Atalanta Lazio, i rapporti tra i club sono pessimi: i motivi

© foto www.imagephotoagency.it

Stasera scenderanno in campo nel big match della 27ª giornata ma i rapporti fuori da esso tra Atalanta e Lazio non sono idilliaci

Il big match della 27ª giornata sarà sicuramente Atalanta-Lazio. Due squadre che giocano bene, a viso aperto e con grandi calciatori tra le proprie fila. Per questo c’è grande attesa per la sfida del Gewiss Stadium. La Gazzetta dello Sport, tuttavia, analizza anche un altro aspetto delle due squadre: quello relativo al rapporto tra i club fuori dal campo.

Le prime scorie si sono avute durante la finale di Coppa Italia del 2019 per l’arbitraggio di Banti per un rigore non visto per fallo di mano di Bastos quando il risultato era ancora fermo sullo 0-0. Poi è stata la volta del 3-3 in campionato, con i biancocelesti capaci di rimontare tre gol ma con altre grandi polemiche annesse a partire dal rigore concesso per atterramento di Immobile che fece infuriare Gasperini: «Oggi è una brutta giornata per il calcio». A cui la Lazio rispose con: «Dichiarazioni ingiustificate e inaccettabili».

Per ultimo il mancato via libera prima del lock down da parte di Lotito per l’anticipo della gara al 6 marzo contro il 7 per agevolare poi la trasferta di Valencia, fece scatenare nuovamente i nerazzurri con Gasperini che disse: «Se vogliono giochiamo lunedì e martedì partiamo per Valencia».