Badelj: «Il Genoa non ha paura. Coronavirus? L’ho preso a Firenze»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Milan Badelj, centrocampista del Genoa, ha parlato ai microfoni de Il Secolo XIX del momento travagliato in casa rossoblù

Milan Badelj, centrocampista del Genoa, ha parlato ai microfoni de Il Secolo XIX del momento travagliato in casa rossoblù.

HELLAS VERONA – «Sono orgoglioso di quello che abbiamo vissuto, di quello che abbiamo fatto vedere. Ci sono stati momenti in cui abbiamo sofferto, però anche quando piovevano cross da una parte e dall’altra c’era sempre qualcuno che respingeva. Abbiamo giocato l’uno per l’altro, i più esperti come i più giovani: tutti insieme, tutti uniti. Ecco, questa è una squadra».

CORONAVIRUS – «Ero abbastanza tranquillo, perché con ogni probabilità ho avuto il Covid a marzo, quando ero a Firenze. Non ho fatto il tampone allora ma i test sierologici dopo hanno dimostrato che ho gli anticorpi. Per cui mi sentivo sereno, anche se ho adottato tutte le precauzioni perché non si sa mai e per rispetto dei miei compagni».

RINASCITA – «Sono sicuro che la nostra squadra troverà di volta in volta le energie e la forza per affrontare ogni partita. Sapremo gestire le forze e affrontare le gare sempre nel modo migliore».

INTER – «Sono come una casa, stanno costruendo un piano dopo l’altro. È una squadra molto forte e con le idee di Conte. Però è una squadra che concede e noi dovremo essere pronti a sfruttare le occasioni che avremo. Sappiamo che ci sarà da soffrire, ma il Genoa visto a Verona ha dimostrato di non avere paura».