Barcellona, Alves: «Florenzi è fenomenale»

© foto www.imagephotoagency.it

Il laterale brasiliano: «Maicon e Keita? Ritrovo due amici»

«Il morale è alto dopo aver vinto il ‘Clasico’. Quando vinci, la tua fiducia si rinforza e hai la sensazione di aver lavorato bene. Quando sono in gioco i tre punti, l’importate è ottenerli e questo serve per scrivere la storia. Non avrebbe senso, però, esultare ora: sabato è stato tutto bello, ma alla fine conta essere primi a maggio. E noi lavoriamo per quello». Idee chiare e tanta voglia di vincere: alla vigilia della sfida con la Roma, Dani Alves archivia la sensazionale pagina del Clasico, chiuso con un poker d’autore al Bernabeu.

CHAMPIONS – «Da Guardiola a oggi – prosegue il brasiliano – abbiamo rivoluzionato il calcio per la gioia di chi ama questo sport. Il Barcellona ha rappresentato un intervallo in questo percorso e abbiamo fatto in modo che molta gente si sia innamorata di questo tipo di calcio. Sono passati gli allenatori, ma abbiamo mantenuto la stessa idea. Vicino all’addio? Sono rimasto per la gioia di molti e la delusione di qualcuno. Ho avuto la sensazione che alcuni, comunque pochi, volessero cacciarmi. Ma chi gareggia contro di me perde».

ROMA – Domani, intanto, al Camp Nou arriva la Roma: «I giallorossi giocano un buon calcio e sicuramente sarà una bella partita. Sono felice di ritrovare Maicon e Keita, due amici. Florenzi mio erede? Ha tanta qualità ed ha un piede eccellente, un giocatore da tenere in conto, fenomenale. Chiunque arriverà sarà il benvenuto».