Boateng difende l’amico Muntari: «Lo capisco ci si arrabbia perchè gli altri chiudono gli occhi»

boateng las palmas
© foto www.imagephotoagency.it

Kevin Prince Boateng, giocatore del Las Palmas, ha voluto commentare l’episodio di razzismo capitato ieri all’amico e collega Muntari

Qualche anno fa a Busto Arsizio in un amichevole tra Pro Patria e Milan Kevin Prince Boateng, attualmente al Las Palmas, fu vittima di un episodio di razzismo che lo portò a chiedere l’interruzione della gara. Stessa cosa è accaduta ieri al Sant’Elia nei confronti di Sulley Muntari amico ed ex compagno di Boateng che ha così parlato dell’episodio a Sky Sport: «È una situazione davvero triste. Capisco perfettamente Sulley, che è una persona splendida e da calciatore vuole vincere sempre quindi se è uscito dal campo qualcosa deve essere successo e questo mi ha un po’ scioccato. In quei momenti sei triste e arrabbiato, non tanto per gli insulti ma per chi intorno a te chiude gli occhi. Il compito dell’arbitro non è solamente quello di fischiare i falli, credo che per sconfiggere il razzismo anche loro debbano avere più forza e pugno nel prendere decisioni. Non si può arrivare a dover abbandonare il campo».