Connettiti con noi

Bologna News

Skorupski: «Mondiale? Sono dodici anni che faccio il secondo e rosico. A Bologna sono migliorato tanto»

Pubblicato

su

Lukasz Skorupski, allenatore del Bologna, ha parlato della stagione ai microfoni de La Gazzetta dello Sport

Lukasz Skorupski, allenatore del Bologna, ha parlato della stagione ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Le sue dichiarazioni:

SZCZESNY – «Szczesny? Né un nemico né un amico. Un rivale. In nazionale il primo portiere è sempre lui: magari perché gioca nella Juventus…Oh, sia chiaro: gioca nella Juve perché se l’è meritata eh, mica per grazia divina. Mondiale? Vorrei giocare almeno una partita, sono dodici anni che faccio il secondo e rosico». 

VALORE – «Perché meritiamo e valiamo assolutamente di più di ciò che abbiamo oggi. Oggi che abbiamo un nuovo tecnico, Motta, posso dire che gli alti e bassi creatisi nei giorni in cui Mihajlovic non c’era ci hanno influenzato. Nessuno l’ha detto ma stare senza l’allenatore a lungo non è sempre facile. Pesa».

MIHAJLOVIC – «Con Mihajlovic siamo tutti fratelli. Tutti noi che abbiamo vissuto il suo difficile percorso, sentiamo il rapporto che c’è stato e sempre ci sarà. Abbiamo sofferto con lui, da lontano e da vicino. Sono stati anni diversi da tutto, da sempre. Una cosami è dispiaciuta: non ci siamo salutati, spero possa capitare presto».

BOLOGNA – «E’ il periodo calcistico più importante della mia carriera. E qui credo di essere migliorato in tante cose, in porta, nelle uscite, come persona, in questo ambiente mi trovo bene con tutti».

JUVENTUS – «Che è sempre la Juve anche se non vive un momento magico. Ha difetti e noi cercheremo di sfruttarli e di vincere: se giochi a calcio e non cerchi di vincere allora vai a fare altro».

News

video

Copyright 2021 © riproduzione riservata Calcio News 24 -Registro Stampa Tribunale di Torino n. 47 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l.