Bruno Alves verso i Rangers: ufficiale l’addio al Cagliari

bruno alves bacca milan-cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore portoghese dopo una sola stagione in Sardegna ha già la valigia in mano. Alves è in Scozia per parlare con i dirigenti dei Rangers

Bruno Alves lascia il Cagliari: è ufficiale – 13.01

Era nell’aria, ma adesso è ufficiale: Bruno Alves non sarà più un giocatore del Cagliari. Il club isolano ha comunicato l’addio al difensore portoghese con questa nota sul sito rossoblù: «Dopo una stagione in rossoblù, Bruno Alves lascia il Cagliari per affrontare una nuova sfida professionale. Arrivato in Sardegna l’estate scorsa con il titolo di Campione d’Europa conquistato con la Nazionale portoghese, Alves si è messo subito con grande umiltà a disposizione dei compagni e dell’allenatore. Alla squadra ha dato esperienza, fisicità e carisma, trasmettendo al gruppo agonismo e voglia di vincere. Un esempio per i giovani, in campo e fuori. 36 presenze e 1 gol, un contributo importante nel raggiungimento di una salvezza tranquilla. Il Club ringrazia Alves per quanto fatto al Cagliari e gli augura ora le più grandi soddisfazioni per il continuo della sua carriera.Boa sorte, Bruno!».

Bruno Alves verso la Scozia: lo vogliono i Rangers

La parentesi rossoblù di Bruno Alves sembra già essere arrivata al capolinea. Dopo un’annata, più di ombre che di luci in verità, l’ex Porto è pronto ad abbandonare la Serie A e ad abbracciare la causa dei Rangers di Glasgow, storico club della Scottish Premier League. L’ufficialità si attende già a partire dalle prossime ore dal momento che il calciatore si trova attualmente in vacanza in Scozia (come si evince facilmente dal suo profilo Instagram) ed è prossimo ad incontrare gli intermediari dei “Light Blues” per concordare i dettagli sull’ingaggio. Bruno Alves è uno dei primi nomi sulla lista dei rinforzi stilata dal tecnico Pedro Caixinha desideroso di colmare il gap con i cugini del Celtic che vincono facilmente il titolo ormai da sei anni. Di contro il Cagliari difficilmente opporrà grande resistenza a una trattativa ormai destinata ad andare in porto. La società di Giulini sarebbe anzi ben lieta di liberarsi del pesante ingaggio di Alves che, come detto, non ha fornito sul campo quell’apporto per cui era stato prelevato l’estate scorsa dal Fenerbahce. I Rangers sono determinati a chiudere prima della Confederations Cup nella qualche il calciatore sarà impegnato con la maglia della nazionale portoghese.