Calciomercato…italiano: Inter ha il via libera per Tonali, Juve tra Chiesa e Zaniolo

Chiesa Fiorentina
© foto www.imagephotoagency.it

Tanti i gioielli italiani che potrebbero cambiare maglia in estate: ecco il punto sul mercato di Inter, Juve, Roma e Milan

Come spiega La Gazzetta dello Sport sono tanti i gioielli azzurri esposti in vetrina che potrebbero cambiare maglia in estate. Partendo da Chiesa la Fiorentina ha spiegato alle pretendenti (Juve, Inter, Manchester United e Chelsea) che non vuole contropartite tecniche ma accetta di fare un piccolo sconto rispetto al prezzo di 70 milioni. La società bianconera, invece, continua a proporre contropartite tecniche: l’ultimo è Rugani. Chi potrebbe avere soldi freschi da investire, invece, è l’Inter che ha fatto cassa con la cessione di Mauro Icardi e potrebbe guadagnarne una quindicina dall’addio di Ivan Perisic.

Chiesa piace all’Inter così come Tonali. Ormai i nerazzurri hanno pista libera visto che la Juve non considera più il regista del Brescia uno degli obiettivi. Resta da limare l’accordo con Cellino. Il presidente del Brescia vuole 50 milioni in contanti. Ma potrebbe fare uno sconto inserendo nella trattativa il giovane EspositoMarotta vuole ripetere la strategia usata con i dirigenti del Cagliari per Barella e cioè garantire, in questo caso al Brescia, dei bonus facilmente raggiungibili. Da coprire nel tempo. Comunque per Tonali in nerazzurro è solo questione di tempo.

E La Juve? La Rosea scrive che Federico Bernardeschi potrebbe lasciare Madama. Il nome dell’ex viola è stato proposto in due trattative. Con il Chelsea per arrivare a Jorginho che, nel domino dei centrocampisti, andrebbe a sostituire Pjanic in caso di partenza direzione Barcellona, e con la Roma per Nicolò Zaniolo. Il classe ’99 continua a piacere dalle parti di Torino, per questo motivo è da tenere in considerazione l’ipotesi Bernardeschi come contropartita per abbassarne il prezzo.

Infine il Milan. Il club rossonero è riuscito nella disastrosa impresa di portare Donnarumma a dodici mesi dalla scadenza del contratto, mettendosi in una posizione difficile. La crisi economica ha fatto sparire alcuni pretendi per Gigio, che tornerebbero solo se Raiola lo offrisse a zero. Il Milan deve affrontare subito la situazione, proponendo a Donnarumma una via intermedia tra la cessione (ora non ci sono acquirenti veri) e un contratto lungo.