Candreva, il futuro è all’Inter: no al Torino e sfida lanciata a Politano

candreva
© foto www.imagephotoagency.it

Antonio Candreva vuole giocarsi le sue carte all’Inter: secco no al Toro e sfida lanciata al suo “concorrente” Politano

Poteva giocare al Monaco con un ricco contratto, in una bella città e con il posto da titolare assicurato. Giocatore cardine in una società che non gli avrebbe fatto mancare la vetrina della Champions League e soprattutto gli avrebbe offerto la possibilità di affrontare una nuova sfida e lasciarsi alle spalle le scorie e le polemiche di una stagione, quella passata, molto al di sotto dei suoi standard. Ma Antonio Candreva ha dimostrato con i fatti di voler dire ancora la sua con la maglia dell’Inter, partendo dalla retrovie ma rivelandosi un’opzione preziosa nello scacchiere di Luciano Spalletti.

In Serie A è riuscito a ritagliarsi un discreto minutaggio al netto delle panchine con Sassuolo, Torino e nell’ultimo turno contro la Spal: 267 minuti, in cui ha collezionato buone prestazioni e un gol, quello contro il Bologna che ha interrotto un’astinenza che durava addirittura da un anno e mezzo. Per questo motivo Candreva non ha alcuna intenzione di lasciare Milano e l’Inter. Determinato a giocarsi le sue carte e mettere in difficoltà Luciano Spalletti nelle sue scelte. Rispedita al mittente, quindi, l’offerta del Torino di Cairo il quale aveva timidamente pensato a lui per provare a regalare a Mazzarri un tassello fondamentale per la corsa all’Europa. Candreva rimane all’Inter, sfida lanciata al suo “avversario” Politano.