Catania, avv. Delli Carri: «Le intercettazioni non sono prove»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex ds etneo, intanto, preferisce non rispondere alle domande del giudice

«Le intercettazioni non sono prove. In ogni caso, il mio assistito non risponderà ad alcuna domanda sino a quando non conosceremo le carte». A parlare è Maurilio Prioreschi, avvocato di Daniele Delli Carri, ex direttore sportivo del Catania accusato di aver comprato, con il benestare e la collaborazione della dirigenza, almeno cinque partite di Serie B. Un faccia a faccia, quello tra Delli Carri e il Giudice delle Indagini preliminari di Chieti Antonella Redaelli durato circa 15 minuti, come riferito da Il Centro.

SCANDALO CONTINUO – Nel frattempo, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, un altro giocatore della Ternana è finito tra gli indagati: si tratta di Jens Jansen, difensore 29enne della Ternana. Una identificazione difficile la sua, visto che non è mai stato indicato come treno, bensì come ragazza da portare alla festa. Lui e Lina – giocatore su cui gli inquirenti ancora indagano -, «ragazze da trattare bene perché non si tratta di puttane».