Younes: «Non ho firmato col Napoli». Il club: «Ha messo 31 firme»

amin younes, ajax
© foto Wikimedia Commons

Amin Younes vs Napoli, continua la diatriba tra il forte esterno d’attacco tedesco e la società partenopea – 14 marzo, ore 17.30

Caso Younes. Il giocatore sostiene di non aver firmato alcun contratto con il Napoli, il club, attraverso le parole del Legale, l’Avvocato Mattia Grassani, ha smentito le parole del giocatore tedesco: «Le sue sono dichiarazioni sconcertanti – ha affermato l’Avvocato a Radio Kiss Kiss – Ha firmato per ben 31 volte. Ha messo la firma su un contratto comprensivo di cessione dei diritti di immagine, firme condivise con il suo avvocato italiano. Ci sono ancora le mail, in cui il ragazzo sollecitava il Napoli a fornirgli i contratti con le firme di De Laurentiis. Cosa succederà se il giocatore non si presenterà in ritiro e firmerà con un altro club? Situazione nefasta. Ha firmato fino al 2023 con il Napoli. Se dovesse tentare di vincolarsi ad altro club con nuovi contratti andrebbe incontro a sanzioni e squalifiche».

Clamoroso Younes: «Non ho firmato nessun contratto col Napoli» – 14 marzo, ore 10.40

Il “caso Younes” tiene ancora banco in casa Napoli e la telenovela, di settimana in settimana, si arricchisce di nuove puntate. A gennaio sembrava tutto fatto, poi il calciatore decise di restare all’Ajax ed il club azzurro ci ha tenuto a precisare che, per l’estate, fosse tutto a posto. Amin non ha, di certo, un carattere semplice però e lo testimonia anche l’episodio di qualche giorno fa, quando si rifiutò di entrare negli ultimi minuti di un match che vedeva impegnata la squadra di Amsterdam.

Younes, però, adesso è andato anche oltre, smentendo di aver firmato un contratto col Napoli. Queste le sue parole al portale tedesco Sport1: «Ribadisco la mia posizione, nonostante il Napoli conti di avermi a disposizione dal prossimo 1 luglio. Ho trattato con la società azzurra, però ho poi, per motivi personali, scelto di proseguire la mia carriera qui, all’Ajax. Non ho firmato alcun pre-accordo nè tantomeno un contratto col Napoli e, fino al 30 giugno, mi concentrerò soltanto sull’attuale club in cui milito». Smentendo, di fatto, le dichiarazioni dell’avvocato Grassani, legale della società partenopea, ad una radio locale, con le quali confermava l’accordo nero su bianco.