Connettiti con noi

Genoa News

Conferenza stampa Nicola: «Per battere la Lazio servirà un Genoa over the top»

Pubblicato

su

Davide Nicola ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Lazio in programma alle 12.30 a Marassi

Davide Nicola ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di domani alle ore 12.30 a Marassi contro la Lazio. Le parole del tecnico rossoblù.

LAZIO – «Partiamo dal presupposto che ho avuto l’occasione di inquadrare la partita e ho detto uno stress-test. Questa è una grande opportunità di testare la capacità di essere squadra e ci mette in condizione di capire dove possiamo migliorare. Affrontiamo un avversario forte, ufficialmente in lotta per lo scudetto e questo è motivo di orgoglio perchè è una partita importante e piacevole da poter giocare. Non ci basterà solo essere attenti, tenaci e qualitativi perchè non ci basterà essere al top ma ci vorrà un Genoa over the top. Avremo tutto l’ambiente per capire che questa sarà un’opportunità».

COME SI FERMA LA LAZIO – «Non ho la sfera di cristallo. Siamo concentrati su cosa vogliamo fare noi, questo è l’unico modo che abbiamo. Io parto dal presupposto che è importante sapere quello che vuoi fare. L’identità è riconosciuta dalla società e siamo riusciti a dimostrare che abbiamo passione per il lavoro che stiamo facendo e, come detto prima, sono virtù che noi dobbiamo mettere in campo. Contro di loro servirà qualcosa di più. Abbiamo affrontato partite di difficoltà crescente e affrontiamo una squadra in cui servirà qualcosa in più».

SCHONE – «Si è allenato come si sono allenati altri giocatori. Abbiamo avute delle situazioni in settimana in cui abbiamo avuto determinate accortezze ma la grinta che ho visto in settimana mi piace».

IAGO FALQUE – «Sta lavorando in maniera molto importante con una dedizione particolare. Questo mi ha fatto molto piacere perchè i grandi talenti sono tali perchè hanno una mentalità importante. Ci sono delle idee riguardo a questo ma le contingenze in alcune gare, con i cambi forzati, mi hanno portato a fare altre scelte».