CorSera: Roma, tifosi contro Pallotta

© foto www.imagephotoagency.it

Supporters giallorossi arrabbiati per il mancato ricorso del club

Alla fine ieri, un po’ a sorpresa, la Roma ha deciso di non presentare ricorso al tribunale federale per il provvedimento di chiusura della Curva Sud adottato dal giudice sportivo in seguito agli striscioni offensivi esposti da alcuni ultras giallorossi nei confronti di Antonella Leardi, la madre di Ciro Esposito, ovvero il tifoso ucciso a quanto pare dal tifoso romanista Daniele De Santis in occasione della finale della scorsa edizione della Coppa Italia, quasi un anno fa. Una decisione, quella della società Roma, che ha scatenato la reazione dei tifosi nei confronti del presidente James Pallotta, reo a detta dei supporters, di non difenderli.

TIFOSI ARRABBIATI – Stando a quanto riportato oggi dal Corriere della Sera i tifosi della Roma se la sarebbero presa con Pallotta e con il resto della società per non aver difeso il loro buon nome: molti supporters giallorossi sono convinti che il provvedimento del giudice sportivo sia stato eccessivo nei confronti della Curva Sud e, al di là della dubbia moralità degli striscioni esposti, che non ci fosse niente di legamente e sportivamente punibile in essi.