Esclusiva, ag. FIFA Bianchini: «Girotto interessa in Serie A. Musa Muhammed invece…»

© foto www.imagephotoagency.it

L’Udinese ha fatto un tentativo per il verdeoro, Seedorf ne apprezza le qualità

Tutti i principali club europei stanno attualmente scandagliando il mercato internazionale, alla ricerca di potenziali occasioni ed innesti che potrebbero dare un valore aggiunto alla propria rosa. In particolare, si parla molto di due giovani calciatori dalle grandi prospettive: il centrocampista del Botafogo, Gabriel Girotto Franco, classe ’92, ed il talentuosissimo Musa Muhammed, capitano della Nigeria Under-17 che di recente ha vinto il Mondiale di categoria. Entrambi sono rapidamente finiti nel mirino delle big d’Europa, grazie alle loro prestazioni. Noi di Calcionews24.com abbiamo avuto modo di scambiare due chiacchiere con chi ne cura gli interessi, l’agente FIFA Michele Bianchini Mortani.

Sappiamo che cura gli interessi del centrocampista del Botafogo, Gabriel Girotto Franco, noto più semplicemente come Gabriel. Calciatore in grado di offrire un buon contributo in copertura, ma soprattutto capace di far ripartire l’azione; una sorta di ‘volante‘, volendo usare un termine sudamericano. Classe ’92, il suo nome è spesso stato accostato a club italiani nelle ultime settimane, ci conferma queste voci?

«Gabriel è certamente un giocatore di grandi qualità e prospettive, il fatto che poi detenga il passaporto comunitario faciliterebbe un suo arrivo in Europa e, in particolare, in Italia. Il ragazzo è stato in Italia in vacanza recentemente, ed ha perfezionato la documentazione relativa al passaporto acquisito. In Serie A piace a due società in particolare, ma l’unica offerta ufficiale è pervenuta dall’Udinese, che però non ha raggiunto la soglia richiesta dal Botafogo per la sua cessione. Inoltre, Gabriel vuole restare al Botafogo almeno fino a giugno per giocare la Copa Libertadores».

Se non siamo indiscreti, qual è attualmente il valore del cartellino di Gabriel?

«Il Botafogo chiede circa 4,5 milioni di euro per la cessione del giocatore. Inoltre, il cartellino è interamente di proprietà del club, quindi non sono coinvolti fondi o banche, come spesso avviene in Brasile. Personalmente, ritengo che Gabriel sia un calciatore in grado di fare molto bene in Europa: in Italia, ma anche in Bundesliga o in Premier League. Spero che i dirigenti dei club italiani siano in grado di individuare le potenzialità del ragazzo e non si facciano sfuggire questa occasione. È un calciatore che ha alle spalle anche un’importante esperienza nelle selezioni della Seleçao, quindi stiamo parlando di un talento assicurato».

Poco più di una settimana fa dal Botafogo è arrivato Seedorf, che ora allena il Milan. Si è subito parlato di un potenziale asse di mercato tra il club brasiliano ed i rossoneri ed è rimbalzato soprattutto il nome del difensore verdeoro Doria. Ci sono voci circa un sondaggio anche per Gabriel Girotto?

«So che Seedorf ha una particolare ammirazioni per le qualità del ragazzo. Comunque, a parte questo, non ci sono stati contatti con il Milan, almeno per il momento».

Parlando invece di un altro suo assistito, il talentuoso nigeriano Musa Muhammed, capitano della selezione Under-17 che ha recentemente vinto il Mondiale di categoria: si dice un gran bene di questo ragazzo, ma il suo approdo nel campionato italiano pare più complicato, giusto?

«Beh, sicuramente il fatto di risultare extracomunitario, combinato ad un’età così giovane, certamente non aiuta un suo trasferimento imminente nel nostro campionato. Tuttavia, su di lui ci sono gli occhi dei più importanti club della Premier League: dalle due di Manchester alle londinesi. Sentiremo certamente parlare di lui in futuro».

Ringraziamo l’agente Bianchini Mortani per la gentilezza e la disponibilità.

© Riproduzione riservata.