Esclusiva, Ds Salernitana: “Dispiace per i tifosi che non hanno potuto assistere allo spettacolo”

© foto www.imagephotoagency.it

Clamoroso quanto visto all’Arechi di Salerno. Alle 12.30 era previsto il fischio d’inizio ma l’avvio è stato posticipato per l’arrivo in ritardo del pulman della Nocerina allo stadio. Si vocifera di un confronto duro tra i tifosi molossi e la squadra che una volta scesa in campo è rimasta in sei in campo dopo diversi infortuni. L’arbitro Juan Luca Sacchi ha sospeso la partita definitivamente, mentre i tifosi di casa erano inferociti con la Nocerina. Per reciproche scorrettezze espulsi anche Ficarrotta della Nocerina e Iannarilli della Salernitana. Per far luce sull’accaduto, abbiamo raggiunto telefonicamente il direttore sporitvo della Salernitana, Carlo Susini.

Direttore, cosa è successo all’Arechi?
La partita era iniziata, la Nocerina è rimasta con sei giocatori in campo, non c’è nulla da commentare. Dispiace per i tifosi che non hanno potuto vedere fino alla fine lo spettacolo. In sei non si gioca e l’arbitro ha fischiato la fine.

Si era scritto di minacce dei tifosi della Nocerina.
Queste cose sono di loro pertinenza, noi quello che dovevamo fare l’abbiamo fatto. Quel che è successo noi non lo sappiamo.”

Si prevede quindi una vittoria a tavolino?
Lo deciderà il giudice, la partita è finita. Dispiace per i tifosi che non hanno potuto assistere al derby.”