Italia, serve un ct. Fabbricini: «Ho detto a Costacurta di stare cauto»

© foto www.imagephotoagency.it

Roberto Fabbricini è alla ricerca di un commissario tecnico per la Nazionale e ha consigliato a Alessandro Costacurta di scegliere con cautela il prossimo allenatore dell’Italia

Chi sarà il prossimo commissario tecnico della Nazionale? L’Italia attende e Roberto Fabbricini ha provato a dare una risposta. «Non ci sono novità sul prossimo commissario tecnico. Se ne occupa Costacurta e non sta operando in nessuna direzione. Gli ho detto di stare cauto perché sono tutte persone sotto contratto e non è una bella cosa a livello diplomatico. Conte? Ha 18 mesi di contratto col Chelsea, non possiamo discuterne. E poi dobbiamo fare i conti con le casse federali» è quanto ha detto il commissario FIGC in Corea del Sud, dove si trova come segretario del CONI.

Fabbricini e la FIGC non vogliono un errore diplomatico. Non vogliono, dunque, interrompere o guastare i rapporti con qualche squadra di club per aver provato a contattare un allenatore sotto contratto. I nomi che girano rimangono gli stessi. Roberto Mancini dello Zenit, lo stesso Conte, Carlo Ancelotti, Claudio Ranieri del Nantes e l’opzione Luigi Di Biagio, attualmente traghettatore ma tecnico Under 21. Con cautela, Costacurta sta sfogliando la sua rosa di possibilità e pensa a chi portare sulla panchina azzurra dopo il disastro con Ventura.