Fiorentina, Barone: «Giochiamo ma senza rischi. No alle 5 sostituzioni»

Barone Fiorentina
© foto www.imagephotoagency.it

Joe Barone ha fatto il punto della situazione in casa Fiorentina, parlando della ripartenza del calcio e non solo

Il dirigente della Fiorentina Joe Barone è intervenuto a Radio 1 nel corso di Radio anch’io sport. Tante le dichiarazioni del braccio destro del presidente dei viola Rocco Commisso. Ecco le sue parole.

LA RIPRESA – «E’ stato bello rivedere tutti al centro sportivo, è stata un’emozione forte. E’ stato un primo passo verso la normalità. Al momento tra staff e rosa abbiamo 6 casi di positività ma stanno tutti bene essendo asintomatici. Per eventuali allenamenti collettivi seguiremo il protocollo. Noi siamo per la ripresa del calcio, ma in sicurezza, con la salute di tutti garantita. Il vero disastro sarebbe rovinare questa stagione e la prossima».

MERCATO – «Puntiamo su Castrovilli, è uno dei giovani talenti italiani su cui puntiamo. Lui è contento e noi di lui: proseguiremo insieme. Chiesa è un talento unico che ha superato i problemi fisici tornando ad essere sé stesso. Ha un contratto con noi, vedremo alla fine della stagione cosa accadrà, ne parleremo con lui. Ribery è un leader, è tornato carico».

CINQUE SOSTITUZIONI – «Io sono contrario alla variazione delle regole a campionato in corso: noi vogliamo le stesse regole con cui siamo scesi in campo prima, lo abbiamo già comunicato ai nostri calciatori perché noi siamo trasparenti».

I DANNI – «Il calcio è un’industria e deve essere aiutato dal Governo, proprio come le altre industrie. Noi abbiamo la fortuna di avere Rocco Commisso alle spalle ma in futuro, se le cose non dovessero migliorare, anche la Fiorentina farà i conti con la realtà. Diritti tv? La situazione va definita tra la Lega e il broadcaster. Si è parlato anche di un fondo americano che vorrebbe investire in Italia, sono tante le potenzialità inespresse dal nostro calcio».