Gavillucci: «Samp-Napoli? Presi lo stesso voto di Orsato in Inter-Juve»

© foto www.imagephotoagency.it

Retroscena svelato dall’ex arbitro Claudio Gavillucci, passato alla storia per Sampdoria-Napoli. Le sue parole

L’ex arbitro Claudio Gavillucci è ricordato soprattutto per Samp-Napoli. Il direttore di gara decise di sospendere la gara per cori razzisti e ora non arbitra più. Gavillucci ha deciso di raccontare la sua storia con il libro L’uomo nero – Le verità di un arbitro scomodo”, scritto insieme a Manuela D’Alessandro e Antonietta Ferrante e ha parlato in esclusiva a Sampnews24.com.

LEGGI L’INTERVISTA COMPLETA DI GAVILLUCCI SU SAMPNEWS24.COM

«Sicuramente non ne ho giovato. Ovviamente ho chiesto spiegazioni all’AIA, lo spiego bene nel libro, del perché fossi il più scarso. Ho scoperto, tra le tante cose, che Orsato in Inter-Juventus – dove accadde quello che accadde – prese lo stesso voto che diedero a me per Sampdoria- Napoli. Sebbene Orsato sia uno dei migliori arbitri in circolazione, ha fatto degli errori. Diciamo che, se non sono stato penalizzato da questa decisione, sicuramente non sono stato premiato. Si è persa un’occasione di fare di quell’episodio uno spot per debellare un problema primario. Poi ci hanno pensato i calciatori, da Balotelli allo stesso Koulibaly a prendere in mano la situazione. Tante società si sono attivate. Rimorsi? No, rifarei tutto quello che ho fatto. Ho speso la mia vita a raggiungere il mio obiettivo. Mi sono sempre detto che nel momento in cui avessi avuto paura di prendere una decisione avrei smesso di arbitrare. Non mi sono mai pentito di rischiare. Se avessi sbagliato sarei tornato indietro sui miei passi, ma sono convinto di quello che ho fatto. In passato quando ho sbagliato a fischiare un rigore l’ho sempre ammesso, ma questa volta non c’è stato alcun errore. Interromperei di nuovo quella partita».