Giudice Sportivo: le motivazioni su Roma – Napoli

© foto www.imagephotoagency.it

Inoltre, Tosel ha anche squalificato dieci giocatori ed un allenatore

E’ arrivata oggi pomeriggio la decisione del giudice sportivo Gianpaolo Tosel, che ha ritenuto necessario chiudere per un turno la Curva Sud della Roma dopo gli striscioni esposti contro Antonella Leardi, madre di Ciro Esposito. Adesso è arrivato anche il comunicato di Tosel, contenente le motivazioni. Tosel ha chiuso la curva giallorossa perchè «all’inizio della gara ed al 40° del primo tempo, esibivano quattro striscioni, dal tenore provocatoriamente insultante per la madre di un sostenitore della squadra avversaria, deceduto in drammatiche circostanze». 

LE SANZIONI – Oltre alla decisione riguardante i giallorossi, Tosel ha anche squalificato dieci giocatori. Squalificato per tre giornate Mauricio Pinilla, attaccante dell’Atalanta, «per avere, al 47° del secondo tempo, colpito un calciatore della squadra avversaria con un violento calcio ad una gamba». Un turno invece a Basha (Torino), Diakite’ (Cagliari), Peluso (Sassuolo), Basta, Mauricio (Lazio), Pinzi, Piris (Udinese), Regini (Sampdoria), Torosidis (Roma). Squalificato Sarri per un turno, «per avere, al 49° del secondo tempo, contestato platealmente una decisione arbitrale uscendo dall’area tecnica e proferendo un’espressione blasfema».