Gravina: «Il campionato femminile ripartirà il 22 agosto. Sulla riapertura degli stadi…» – VIDEO

Gabriele Gravina ha parlato al termine del Consiglio Federale che ha assegnato lo scudetto alla Juventus Women. Le sue parole

Gabriele Gravina ha parlato al termine del Consiglio Federale di oggi che ha assegnato lo scudetto alla Juventus Women. Le sue parole

SCUDETTO – «Oggi è stato un Consiglio Federale tutto al femminile. Volevamo dare grande risalto al calcio femminile. Scudetto meritatissimo alla Juventus Women, mi sembrava giusto e corretto assegnarlo visto i punti di vantaggio accumulati».

RIPARTENZA CALCIO FEMMINILE – «È stato fissata la ripartenza del campionato femminile che sarà il primo che ripartirà, il 22 agosto».

SERIE B – «La Serie B femminile sarà a 14 squadre, un nuovo format mentre la Serie A rimane a 12. C’è l’impegno da parte di tutti a lavorare sul progetto complessivo che riguarda il calcio femminile per arrivare nelle migliori condizioni possibili per arrivare al professionismo nella stagione 2022-2023».

CAMPIONATO RIPARTITO – «Le impressioni sono positive. I ritmi stanno crescendo ieri è stata una giornata ricca di gol. Il campionato sta crescendo e man mano si prende il ritmo e le distanze giuste il calcio migliora anche tecnicamente. Manca ancora quel piccolo tassello che io penso sia indispensabile che è la partecipazione dei tifosi all’interno dello stadio. Spero che questa pandemia consenta a noi e agli scienziati di riaprire al più presto gli stadi per godere al massimo di questi spettacoli che stanno catturando la passione dei tifosi».

APERTURA STADI – «Quando riapriranno? Quando ce lo diranno gli scienziati. Noi siamo pronti. Non ho scadenze o riferimenti».

PROFESSIONISMO NEL FEMMINILE – «È una decisione del Consiglio Federale. Serve un programma per arrivare nel migliore condizioni a quella data visto che sappiamo che il professionismo comporta maggiori oneri e costi. In un momento in cui si parla sempre di grande rispetto per la sostenibilità, credo dobbiamo stare attenti per arrivare nelle migliori condizioni possibili per far si che ci sia continuità e per far si che il calcio femminile possa puntare sempre più in alto. Siamo consapevoli che quando si parla di calcio professionistico femminile per la Serie A bisogna creare le basi di questa piramide. Mi riferisco al calcio dilettantistico, al calcio dove le nostre bambine devono avvicinarsi sempre di più al calcio femminile».

PIANO B SERIE A – «Siamo alla fine di giugno, il campionato è ripartito, non ci sono presupposti preoccupanti per un nuovo stop. I controlli da parte dei club sono particolarmente attenti e siamo sicuri e ottimisti che il campionato arriverà alla fine. Abbiamo rimandato questa votazione per evitare le tensioni che al momento non farebbero bene. Godiamoci questo campionato che è ripartito».