Hellas Verona, Paro: «Complimenti ai ragazzi. Gasperini innovativo»

© foto www.imagephotoagency.it

Matteo Paro ha parlato al termine della sfida contro l’Atalanta: le dichiarazioni del vice allenatore dell’Hellas Verona

Matteo Paro, vice allenatore dell’Hellas Verona, ha commentato ai microfoni di Sky Sport il pareggio contro l’Atalanta.

SCONTRO ALLA PARI – «Devo fare i complimenti ai ragazzi, non è semplice confermare in ogni partita quello che hanno fatto finora. Non hanno cali di concentrazione, sono sempre molto applicati. Giocare contro l’Atalanta in queste condizioni era per noi una sfida difficile, e i ragazzi hanno dimostrato ancora una volta di potersela giocare contro una squadra veramente forte. È stata una partita aperta. Credo che il punto sia meritato. L’importante era riuscire ad affrontarli nella maniera giusta, e i ragazzi ce l’hanno fatta alla grande».

PESSINA – «Sa stare molto bene in campo: per noi, un po’ meno per gli avversari. Ha avuto una grande scuola, da noi sta crescendo, ed è bravo a leggere sempre la giocata. È una dote in più per un centrocampista, che è raro segni così tanto».

GASPERINI – «C’era poco tempo: la partita sapevamo grossomodo come sarebbe stata, abbiamo cercato di preparare i ragazzi. Dal punto di vista emozionale ci pensi, dall’altra parte c’era un allenatore che ha dato molto a me e a Juric. Ma sul campo cerchi di fermarlo. Le emozioni alla fine erano interamente dedicate al Verona. Lui sicuramente ha cambiato. È sempre stato molto avanti nel mondo del calcio, anche se in molti lo considerano un allenatore con idee appartenenti al passato. In realtà ha idee innovative, in molti lo seguono perché ogni anno riesce a trovare soluzioni nuove, quindi spero che faccia bene in questo finale, e in Champions».

PSG – «Se in Italia, anche contro le big, riesce a fare bene, non parte battuta in Champions. Penso se la possa giocare: lo spero, per l’Atalanta e per il calcio italiano».