Milan, per il rifinanziamento del debito spunta Highbridge

yonghong li milan
© foto www.imagephotoagency.it

Importanti novità sul futuro del Milan: spunta il fondo Highbridge per il rifinanziamento del debito. Ecco le ultime indiscrezioni

Il Milan sta provando a estinguere il prestito con il Fondo Elliott e ha stretto un accordo con Bgb Weston. Spuntano importanti novità sulla questione del rifinanziamento del debito dei rossoneri. Secondo “Il Sole 24 Ore” c’è anche l’ombra del fondo internazionale Highbridge nella vicenda del rifinanziamento. Il fondo si occuperebbe sia del debito della Rossoneri Sport di Yonghong Lì, sia del debito di 123 milioni della società rossonera (altri 180 con il patron cinese). Highbridge ha sede a Londra e a Hong Kong e una partnership strategica con la banca internazionale Jp Morgan e starebbe parlando con gli advisor per capire al meglio la situazione.

Bgb Weston e l’avv. Agostinelli starebbe lavorando per chiudere la questione nel giro di 8 settimane. Il Fondo Elliott ha prestato 303 milioni di euro e attende il rimborso entro ottobre 2018, ma, oltre al capitale, dovranno essere restituiti anche una cinquantina di milioni di interessi. Il Milan avrà un nuovo prestito ma la restituzione verrà dilazionata in più anni. Secondo Carlo Festa, giornalista de “Il Sole 24 Ore” «l’operazione resta comunque assai complessa: infatti concedere un rifinanziamento da circa 350 milioni di euro non è affatto semplice, neanche per un grande investitore». E’ difficile trovare due investitori per rifinanziare due debiti (quello della Rossoneri Sport e del Milan) e per questo al momento la priorità è trovare un unico fondo finanziatore al posto di Elliott.