Il Napoli spreca clamorosamente e si fa beffare al 90′ dal Bologna: termina 2-2

© foto www.imagephotoagency.it

La sintesi della gara

SERIE A 20^GIORNATA BOLOGNA NAPOLI SINTESI – Il Bologna per risollevarsi dalle sabbie mobili di una classifica sempre più complessa, il Napoli per rispondere agli squilli di Juventus e Roma e restare agganciato al treno di testa: questi gli elementi della sfida del Dall’Ara, i partenopei puntano a dare continuità ai risultati delle ultime settimane.

PRIMO TEMPO – Inizio di gara tutt’altro che lento: arrivano subito le occasioni, il Napoli ci prova dopo due minuti con una battuta di prima intenzione tentata da Dzemaili, sul rovesciamento di fronte è Garics a trovare potenza ma non precisione per la sua conclusione. Approccio aggressivo per i padroni di casa: la retroguardia partenopea chiude a fatica su Kone all’8’ minuto ma Mertens al 10’ sfiora la rete del vantaggio con una botta deviata che per poco non si insacca all’incrocio dei pali. Il copione della gara: il Napoli gestisce il palleggio ma fatica a trovare gli spazi necessari, il Bologna prova a far male in ripartenza o più che altro sfruttando alcuni calci piazzati. Fase confusa della partita fino al 28’ minuto quando arriva un numero di alta scuola di Diamanti che si libera con una finta del pressing avversario e calcia verso la porta, palla alta; i partenopei si appoggiano sui movimenti di Higuain ma faticano a trovare la via della conclusione e a rendersi pericoloso è ancora il Bologna al 33’ con un perentorio colpo di testa di Bianchi che sfiora il palo. Al 37’ minuto il meritato vantaggio del Bologna: assist splendido di Diamanti con Bianchi tempestivo nell’anticipare Albiol e girare la palla verso l’angolo lontano con un preciso colpo di testa. Occasione clamorosa nel finale di tempo per Callejon che ben servito da Reveillere elude la marcatura di Morleo e da posizione ravvicinata prova un pallonetto di testa però va alto sulla traversa: unica vera azione creata da un Napoli troppo compassato che va all’intervallo giustamente in svantaggio.

SECONDO TEMPO – Almeno inizialmente non sembra modificarsi la trama della partita: il Napoli tiene palla ma lo fa troppo lentamente perché il Bologna – a maggior ragione dopo il vantaggio – è rintanato nella sua metà campo e si limita a ripartire sfruttando qualche break sulle corsie laterali. La ripresa si accende al 12’ minuto quando Kone protesta per una mancata interruzione di gioco per presunto fallo su Diamanti, il direttore di gara placa gli animi: sulla seguente punizione Mertens sfiora il pari con una battuta insidiosa. Qualche istante ed è clamorosa l’occasione fallita da Gonzalo Higuain: splendido l’assist di Callejon, l’argentino manda a lato a porta sguarnita. Al 16’ il meritato pareggio partenopeo: Dzemaili irrompe in area di rigore e Kone commette un evitabile fallo, è calcio di rigore ed Higuain questa volta non sbaglia realizzando implacabilmente. Partita completamente stravolta: Napoli vicino al vantaggio al 23’ con Mertens che non approfitta in pieno di un clamoroso errore della retroguardia emiliana, è ancora il folletto belga a sfiorare il gol dopo pochi istanti ma è Curci a negargli la gioia della rete con un grande intervento a salvare sulla punizione dell’attaccante. All’80’ minuto il vantaggio del Napoli: Lazaros perde una palla mortifera ed il break del Napoli è letale, palla ad Higuain che è intelligentissimo nell’attendere la sovrapposizione di Callejon che non sbaglia a tu per tu con Curci. Clamoroso al 90’ minuto: quando la partita sembrava finita (Bologna in dieci per l’espulsione di Kone) un corner apparentemente innocuo libera Bianchi al tiro che batte imparabilmente Rafael. Il Napoli non ha gestito il vantaggio e paga un clamoroso errore, la Juve ora è lontanissima.

Bologna 1-2 Napoli

Tabellino

Bologna (3-5-1-1): Curci; Antonsson, Natali, Cherubin (al 73’ Mantovani); Garics, Kone, Perez (al 78’ Lazaros), Pazienza, Morleo (all’82’ Acquafresca); Diamanti; Bianchi. A disposizione: Agliardi, Stojanovic, Sorensen, Crespo, Khrin, Della Rocca, Laxalt, Moscardelli, Cristaldo. Allenatore: Davide Ballardini

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Fernandez, Albiol, Reveillere; Inler, Dzemaili; Callejon, Pandev (al 57’ Hamsik), Mertens (al 78’ Insigne); Higuain. A disposizione: Colombo, Britos, Cannavaro, Armero, Bariti, Radosevic, Zapata. Allenatore: Rafael Benitez

Marcatori: Bianchi (B) 37’, Higuain (N) 61’ rig., Callejon (N) 80’

Ammoniti: Bologna – Perez, Bianchi, Garics, Pazienza; Napoli – Albiol

Espulso: Bologna – Kone