Spalletti fa il punto: «Icardi out. Mercato? Non ho chiesto nessuno»

spalletti
© foto www.imagephotoagency.it

Vigilia di Inter-Crotone, Luciano Spalletti fa il punto della situazione in casa nerazzurra: ecco le dichiarazioni in conferenza stampa del tecnico di Certaldo

Luciano Spalletti fa il punto in casa Inter alla vigilia della sfida contro il Crotone, a partire dalle condizioni di Mauro Icardi. «Icardi non è convocato: da casa non può giocare anche se lui vorrebbe. Ha un risentimento muscolare che si poteva anche cercare di recuperare, ma abbiamo optato per il sicuro, non vogliamo creare ulteriori problemi». Continua, in conferenza stampa, il tecnico nerazzurro, commentando il mercato operato a gennaio: «O si fa finta di non capire oppure c’è un’altra volontà. Per quanto mi riguarda, il vero smacco è non essere riuscito a proteggere i tifosi dalle false aspettative: vengono trasformate in grande delusioni e di questo ne risentono soprattutto gli sportivi, tra cui si crea un malessere. Mi avete fatto dire che ho chiesto calciatori, ora mi fate dire che non sono contento: con me non parlate, non sapete come sono fatto io. Raccontate ciò che vi immaginate o ciò che vi pare. Non ho mai detto che mi mancano calciatori, non ho mai chiesto niente a nessuno: i nostri direttori sono stati bravi ad inserirsi dentro questi equilibri che bisogna avere per il mercato».

Spalletti passa poi alla sfida con il Crotone e la voglia dei nerazzurri di tornare a fare risultato: «Per noi ora è importante tornare a fare risultati, è importante capire che dobbiamo lavorare in questa dimensione, in questo momento che stiamo attraversando e si può cambiare solo con un modo di lavorare duro giorno dopo giorno. Bisogna parlare di che qualità abbiamo esibito, di mettersi in discussione nei momenti difficili». Tornando sul mercato e sul mancato arrivo di un centrocampista: «In questo momento siamo caratterizzati da quello che è il nostro peggior giocare a calcio: sembra che l’Inter sia diventata la squadra che ha preso la forma del peggio giocatore che ha a disposizione. C’è quello che attraversa un momento peggiore, non è che tutta la squadra debba farsi caratterizzare da quell’elemento lì. Ho parlato di Ramires perchè è un calciatore che sa fare tutto: da quando il presidente mi ha detto che è una cosa che non si poteva fare, l’ho detto. Dobbiamo spazzare via questo momento qui, a centrocampo dobbiamo tornare a fare meglio con gli elementi che abbiamo».