Inter, Recoba: «Non ero il cocco di Moratti. Sul gol all’Empoli…»

© foto www.imagephotoagency.it

Il Chino ha parlato del gol segnato 17 anni fa al Castellani ma anche dell’Inter del passato e del presente

Questa sera l’Inter scenderà in campo al Castellani per affrontare l’Empoli e la sfida in terra toscana rievoca piacevoli ricordi al Chino Recoba. L’attaccante uruguaiano, 17 anni fa, deliziò la platea dell’impianto empolese con un gol da cineteca, scavalcando il portiere Roccati con una parabola magica lasciata partire dal suo magico sinistro poco dopo il centrocampo.

L’EMPOLI – El Chino Recoba ha parlato ai microfoni della “Gazzetta dello Sport” della sfida tra Empoli e Inter: «Quando sono entrato, ho visto Roccati un po’ fuori: volevo tirare da lontano ma ho cambiato idea. Dopo qualche minuto, ho visto che faceva due passi avanti e c’era vento a favore. Ho tirato».

TRA PRESENTE E PASSATO – Tornando al presente, e lasciando per un attimo i ricordi nella memoria, Recoba ha detto la sua sulla nuova Inter di Thohir: «Mah, devo essere sincero, mi piace poco. Cioè, in realtà mi piace poco tutto il calcio di adesso. C’è l’idea che se non giochi come il Barcellona non fai bel calcio. E’ tornato Mancini e può sistemare le cose ma bisogna investire». Non poteva mancare un pensiero per Massimo Moratti: «Il presi ha sempre perso soldi per passione. Mi ha chiamato di recente, quando ho segnato un’altra volta da calcio d’angolo». Recoba però non vuole sentir parlare di ‘cocco del presidente’: «Ho sempre guadagnato quello che meritavo. Quando mi ha fatto un contratto di 4-5 anni, sono andato a chiedergli di abbassarlo». Chiosa sul futuro e sulla possibilità di appendere definitivamente gli scarpini al chiodo: «Decide la mia famiglia, vedremo tra 6 mesi».