Ahia Mancio: 40mila euro all’ex moglie ed altri guai all’orizzonte

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo le accuse a Sarri, per il tecnico dell’Inter due processi in vista

Non è un buonissimo momento per Roberto Mancini: il post-partita con Maurizio Sarri dopo Napoli – Inter e poi tanto altro ancora. In questi giorni il tecnico nerazzurro è alle prese con problemi ben più seri di quelli relativi alle presunte frasi omofobe del collega azzurro. Ad esempio proprio ieri presso il tribunale di Ancona c’è stata un’udienza relativa alla causa di separazione di Mancini dall’ex moglie, la napoletana (ironia della sorte) Federica Morelli, a cui ha detto addio ufficialmente in estate (ma i due erano lontani già da un po’ di mesi). Sposata a Genova nel 1990, quando era attaccante della Sampdoria, Mancini dalla Morelli ha avuto tre figli. L’udienza di ieri era soltanto interlocutoria, ma sono emersi particolari della separazione. Il più importante: Mancini, che dall’Inter percepisce 4 milioni netti l’anno, versa all’ex coniuge un assegno di mantenimento da 40mila euro l’anno. Più dei 25mila euro che il tecnico interista aveva proposto alla Morelli, ma meno dei 166 chiesti dall’avvocato di quest’ultima. Entrambi hanno chiesto l’addebito per la separazione e su questo il tribunale di Ancona (forse, perché si parla anche di competenza territoriale) dovrà essenzialmente decidere. 

INTER: MANCINI, L’EX MOGLIE E LA BANCAROTTA – Al tribunale di Roma invece, sempre in questi giorni, Mancini è alla sbarra insieme all’ex socio Marco Mezzaroma per il fallimento della società IMG. Il giudice per l’udienza preliminare, in attesa di un provvedimento di motivazione dalla Cassazione, ha deciso di rinviare l’udienza che riguarda il tecnico Inter al 13 aprile prossimo. In sostanza Mancini e Mezzaroma sono accusati di essere parte del fallimento IMG e potrebbero essere rinviati a giudizio. I due non erano soci della società, fallita con un buco di 1 milione e 800mila euro nel 2009 con bilanci truccati, ma tramite una loro società, la Mastro, avrebbero ricevuto assegni bancari dalla IMG. Il sospetto è che i bilanci IMG siano stati prosciugati proprio tramite operazioni fittizie con la Mastro.