Connettiti con noi

Focus

Italia Spagna e la moderna rivoluzione azzurra. Italians do it better

Pubblicato

su

L’Italia scenderà in campo questa sera per sfidare la Spagna in Nations League. Prematch e probabili formazioni Italia Spagna

L’Italia è spagnoleggiante ma come diceva qualcuno Italians do it better. Sì, lo facciamo meglio. Lo abbiamo fatto meglio. Abbiamo appreso delle nuove tecniche, le abbiamo fatte nostre, le abbiamo modificate senza dimenticare il nostro passato. Oggi la Nazionale di Roberto Mancini rappresenta novità ed evoluzione. Ma anche rivoluzione. Questa Nazionale sorge dalle ceneri di quella sventurata di Ventura e ha portato a casa in pochi anni credibilità ma anche un Europeo e ha riacceso interesse e passione attorno a lei. Merito di Mancini che ha rischiato e ha vinto. Ha convocato Zaniolo quando non aveva ancora giocato nella Roma. Ha convocato tanti giovani perché la rivoluzione non può iniziare senza i giovani. Non ha avuto paura di convocare tre giocatori del Sassuolo, con tutto il rispetto, non una big (in quanti in passato lo avrebbero fatto?). E ha preso le cose migliori dal palleggio spagnolo per creare una nuova Italia. La giovine Italia con il Mancio che è il nostro Mazzini. E stasera c’è Italia-Spagna.

Le probabili formazioni: Insigne falso nueve per Mancini

E oggi l’Italia affronterà nuovamente la Spagna a pochi mesi dalla semifinale dell’Europeo che ci ha visto vittoriosi ai calci di rigore. Pochi cambi di formazione rispetto a quella magica notte azzurra. Quest’oggi a San Siro (pieno al 50% come da direttive del CTS) si spera di rivivere nuovamente un’altra notte magica. Mancini dovrebbe giocare senza un vero centravanti (e anche la Spagna dovrebbe farlo). Niente punti di riferimento con Insigne punta e Chiesa e Pellegrini favoriti su Berardi e Bernardeschi ai lati. L’Italia spagnoleggiante sfida la Spagna. Ne vedremo delle belle. Olè!

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini (Bastoni), Emerson; Barella, Jorginho, Verratti; Chiesa (Berardi), Insigne, Pellegrini (Bernardeschi). C.t. Roberto Mancini

SPAGNA (4-3-3): Unai SimonAzpilicueta, Laporte, Pau Torres, Marcos Alonso; Koke, Busquets, Mikel Merino; Ferran Torres, Oyarzabal, Sarabia. C.t. Luis Enrique