L’Eco di Bergamo: Atalanta, Colantuono verso l’addio

© foto www.imagephotoagency.it

A fine stagione, il tecnico di Anzio cambierà aria

Da quando siede sulla panchina dell’Atalanta, Stefano Colantuono non ha mai fatto così male. Numeri da horror, a pochi giorni dall’ultima giornata del girone d’andata: diciassette punti in diciotto partite, con sole tre vittorie sin qui. E, soprattutto, la zona calda della classifica tornata ad un passo: con la vittoria sul Cesena, il Cagliari s’è riportato a due punti dalla Dea.

FINE DELL’AMORE – Secondo quanto riferito da ‘L’Eco di Bergamo’, trovano sempre più conferme le voci che vogliono Colantuono lontano da Bergamo a fine stagione. Il tutto, nonostante il contratto recentemente rinnovato sino al 2017. Il motivo è chiaro: con una parte della tifoseria, il tecnico romano non ha mai legato. Aziendalista, sì, perché i risultati li ha sempre ottenuti: promozioni, due, e salvezze, quattro, tra mille difficoltà. Ma affermazioni come quelle di domenica, post Chievo («Abbiamo giocato la partita perfetta, forse qualcuno in passato ha visto il Barcellona qui»), non fanno che rafforzare l’idea del popolo nerazzurro: il ciclo del ‘Cola’ è finito.

NIENTE ESONERO – Non ci sarà, a meno di clamorosi colpi di scena, l’esonero a stagione in corso. Ma la situazione è tutt’altro che semplice: per i nerazzurri, adesso, Milan e Verona in trasferta, poi Cagliari in casa. Dove, nelle ultime tre gare, Cigarini e compagni hanno raccolto solo cinque punti, contro Cesena, Palermo e Chievo. Cammino tortuoso e ricco di difficoltà. L’ultimo, prima dell’addio: Colantuono ha dato tanto all’Atalanta e la Dea lo ha consacrato, ma il ciclo, dopo quasi sette anni d’amore (e odio), è pronto a chiudersi.