Lazio-Genoa 1-2: pagelle e tabellino

© foto www.imagephotoagency.it

Lazio-Genoa, 23ª giornata Serie A 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

LazioGenoa 1-2, impresa clamorosa della banda Ballardini che sorprende gli uomini di Inzaghi all’Olimpico grazie alle reti dell’ex avvelenato Goran Pandev e di Laxalt, a cui appena prima era stata annullata un’altra rete con l’ausilio dell’on field review. Clamoroso passo indietro della Lazio, ne approfitta un Genoa ottimamente organizzato: punti utili per una classifica che sotto la gestione Ballardini inizia a sorridere.

Lazio-Genoa 1-2: pagelle e tabellino

MARCATORI: st 10′ Pandev, 14′ Parolo. 47′ Laxalt

Lazio (3-5-1-1): Strakosha 6; Caceres 5, De Vrij 5, Radu 6; Marusic 5.5 (25′ st Felipe Anderson 5), Parolo 6.5, Leiva 6, Murgia 5.5 (25′ st Nani 5), Lukaku 5.5 (38′ st Patric 4.5); Luis Alberto 5; Immobile 4.5. A disposizione: Guerrieri, Vargic, Luiz Felipe, Bastos, Basta, Miceli, Neto, Caicedo. Allenatore: Simone Inzaghi

Genoa (3-5-2): Perin 6; Biraschi 7, Rossettini 6.5, Zukanovic 6; Pereira 6 (38′ st Lazovic 6), Hiljemark 7.5, Bertolacci 7, Rigoni 5.5 (20′ st Medeiros 6), Laxalt 7.5; Pandev 7.5 (42′ st Bessa s.v.), Galabinov 6.5. A disposizione: Lamanna, Migliore, Gentiletti, Cofie, Lapadula, Zima, Omeonga. Allenatore: Davide Ballardini

ARBITRO: Fabio Maresca di Napoli
NOTE: ammonito Rossettini

LAZIO – IL MIGLIORE

Parolo 6.5: Ha il grande merito di impattare immediatamente la gara, rispondendo dopo appena quattro minuti al vantaggio conseguito dal Genoa con Pandev: considerato l’approccio oltremodo prudente inscenato dal Genoa, la gara si sarebbe perfettamente incanalata sui binari tattici voluti da Ballardini. Rete peraltro di ottima fattura: colpo da biliardo sul bel cross di Caceres, un diagonale a cui non può opporsi Perin. Poi la Lazio la perde lo stesso, in una serata a dir poco negativa: lui però resta il meno peggio.

LAZIO – IL PEGGIORE

Immobile 4.5: Oggettivamente troppo poco questa sera contro un Genoa sì ben organizzato ma comunque non inespugnabile: un solo squillo nel finale di gara – diagonale respinto in estensione da Perin – non può bastare per aderire al livello a cui ci ha ben abituato l’attuale capocannoniere del torneo. Male anche nel gioco di sponda.

GENOA – IL MIGLIORE

Pandev 7.5: Sempre particolarmente motivato quando incontra la Lazio di Lotito, noto in tal senso il finale della storia: dopo un primo tempo di attesa, in avvio di ripresa sblocca la gara con un colpo dei suoi, beffardo e puntuale allo stesso tempo. Il macedone è pronto a sfruttare il mancato rilancio di De Vrij sull’assist di Hiljemark e trafigge Strakosha con il suo diagonale. Altre iniziative, appena ne ha occasione. Condivide la palma del migliore con uno strepitoso Hiljemark: assist e presenza costante – di qualità – all’interno della gara.

GENOA – IL PEGGIORE

Rigoni 5.5: Il meno presente negli equilibri della mediana rossoblu: Bertolacci ed Hiljemark giocano una gara di sostanza e qualità, lui invece finisce presto con lo scomparire dalla dinamica della partita, ragion per cui Ballardini nella ripresa lo richiama in panchina e gli preferisce la freschezza di Medeiros.

Lazio-Genoa: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Clamoroso all’Olimpico: accade tutto nella ripresa, in ordine le reti dell’ex Pandev, l’immediato pareggio di Parolo, poi le due firme di Laxalt: la prima annullata con il Var, la seconda decisamente buona! Colpo a sorpresa degli uomini di Ballardini, che caduta per la banda Inzaghi.

49′ – Fischio finale: Lazio-Genoa 1-2!

47′ – VANTAGGIO GENOA! Stavolta il gol di Laxalt è buono: gran cross di un super Hiljemark, Laxalt sorprende un inguardabile Patric e spedisce nella porta biancoceleste con un imperioso colpo di testa!

45′ – Quattro minuti di recupero sanciti da Maresca

44′ – Ora regna la stanchezza: dinamiche di gioco piuttosto confuse da ambedue le parti

42′ – Nel Genoa Bessa per Pandev

40′ – Bene Perin in estensione sul diagonale di Immobile, fino ad ora avulso dal corso della gara

38′ – Nella Lazio Patric per Lukaku, nel Genoa Lazovic per Pereira

35′ – Errore inspiegabile di Caceres che lascia rimbalzare il pallone per poi calciarlo sul corpo di Laxalt, l’uruguaiano non può sbagliare a tu per tu con Strakoska. Ma Maresca con il Var (on field review) scova un mani di Laxalt ed annulla il nuovo vantaggio rossoblu!

34′ – Soluzione volante di Luis Alberto: buona esecuzione ma da posizione pressoché impossibile

32′ – Inzaghi chiede ai due subentrati di incidere: Nani ed Anderson, dopo la doppia sorprendente esclusione dalla formazione titolare, sono chiamati a fare la differenza nel finale di gara

29′ – Conclusione di Luis Alberto, che oggi si accende soltanto a sprazzi, palla deviata in corner da Biraschi

26′ – Biancocelesti a trazione anteriore alla ricerca del vantaggio

25′ – Doppio cambio deciso da Inzaghi: Nani per Murgia, Anderson per Marusic.

23′ – Lazio che ora prova ad innescare la corsa di Lukaku con maggiore continuità

20′ – Prima sostituzione per il Genoa: Medeiros per Rigoni

18′ – Luis Alberto colpisce male sulla sponda di Immobile

17′ – Parità immediatamente ristabilita: considerato il tenore sul quale ha impostato la gara Ballardini, per la Lazio poteva davvero mettersi male

14′ – PAREGGIO LAZIO! Immediata la risposta biancoceleste: cross di Caceres dalla destra e girata perfetta di Parolo, diagonale sul quale non può arrivare Perin in estensione!

12′ – Ancora Genoa: Pandev per poco non viene trovato da Bertolacci, tutto solo all’interno dell’area avversaria

11′ – Solita esultanza provocatoria di Pandev: Lotito il bersaglio?

10′ – GENOA AVANTI! Segna proprio lui, l’ex Pandev! Filtrante di Hiljemark, De Vrij non riesce ad allontanare il pallone, perfetto il colpo del macedone che inganna Strakosha e porta a sorpresa avanti il suo Genoa!

9′ – Dal corner seguente ancora Lucas Leiva: colpo di testa che però finisce alto sulla traversa

8′ – Lazio vicina al vantaggio: bel lavoro di Luis Alberto per Lucas Leiva che calcia dal limite dell’area, decisiva la deviazione di Rossettini in calcio d’angolo

4′ – Tiro di Pandev e respinta ravvicinata di De Vrij

2′ – Lazio più aggressiva nell’approccio: De Vrij prova a sorprendere la retroguardia avversaria sugli sviluppi di un corner

1′ – Si riparte senza sostituzioni: via alla ripresa di Lazio-Genoa

SINTESI PRIMO TEMPO – Davvero poco da segnalare: Lazio più presente in termini di occupazione territoriale, ma poco efficace sotto il profilo della produzione offensiva. Genoa prudente e poco più: buona organizzazione difensiva, rare le sortite offensive degne di nota.

45′ – Intervallo senza recupero: Lazio-Genoa 0-0

43′ – Inserimento di Caceres in area avversaria, l’uruguaiano poi perde l’attimo nel momento della scelta

41′ – Ancora Luis Alberto dalla distanza: nulla di fatto

40′ – Transizione immediata del Genoa e chance per Laxalt, che però non impensierisce Strakosha

39′ – Leiva per Immobile che si gira e prova il tiro: respinto da Rossettini

37′ – Luis Alberto si accentra da sinistra e calcia con il destro: il diagonale non trova lo specchio della porta difesa da Perin

35′ – Primo angolo della partita solo dopo trentacinque minuti di gioco: lo calcia la Lazio

34′ – Uno-due Hiljemark-Galabinov, salva tutto Radu quando il centravanti rossoblu era pronto a battere a rete a tu per tu con l’estremo difensore albanese della Lazio

32′ – Provvidenziale l’intervento di Caceres sul cross diretto verso la testa di Galabinov

30′ – Debole e senza pretese la conclusione di Murgia dai venti metri, comodamente tra le braccia di Perin

29′ – Partita al momento bloccata: l’atteggiamento prudente del Genoa e l’assenza di Milinkovic-Savic nella Lazio hanno i loro effetti

26′ – Genoa che di tanto in tanto non rinuncia a pungere: conclusione dalla media distanza di Hiljemark, c’è potenza ma non precisione

24′ – Lazio che ora prova a passare a destra con Marusic: il Genoa con Ballardini ha trovato una discreta organizzazione difensiva, che al momento funziona a dovere

20′ – Colpo di testa in arretramento di Parolo: soluzione oltremodo complessa

19′ – Azione di sfondamento di Galabinov, la difesa della Lazio resiste con qualche affanno

15′ – Lazio che ha assunto il controllo territoriale della gara, Genoa ora costretto ad abbassare il baricentro

14′ – Parolo per Murgia, tiro ribattuto dal muro rossoblu

11′ – Altro cross di Lukaku: a beneficiarne stavolta è Parolo, ma il suo colpo di testa è decisamente impreciso

9′ – Lukaku per Marusic per Luis Alberto: alta la battuta dello spagnolo, dopo una coordinazione non ottimale

7′ – Girata di Pandev da ottima posizione: purtroppo per l’ex di turno il pallone gli capita sul destro, conclusione troppo debole per impensierire Strakosha

6′ – Luis Alberto svaria sull’intero fronte offensivo nel tentativo di rendersi visibile ai compagni

4′ – Visione di gioco e reattività di Leiva: assist per Lukaku che calcia su Pereira dall’interno dell’area di rigore

1′ – Fischio d’inizio: via a Lazio-Genoa!

Problema fisico per Rosi nella fase di riscaldamento: rispetto alle formazioni ufficiali dunque sarà in campo Pereira

La sfida dell’Olimpico tra Lazio e Genoa chiude il programma del ventitreesimo turno del campionato di Serie A: per i biancocelesti è l’occasione giusta per allungare ulteriormente su un’Inter in piena crisi di identità e risultati, consolidando dunque l’attuale terzo posto. Non è d’accordo però il Genoa di Ballardini: la tentazione di giocare uno scherzo alla Lazio e guadagnare punti utili per la propria classifica c’è, nonostante un impegno sulla carta proibitivo. Tra pochi minuti via alla cronaca live con gli aggiornamenti in tempo reale su Lazio-Genoa. Scelte ufficiali: Inzaghi opta per Caceres e Radu nel terzetto difensivo, si accomodano in panchina Bastos e Luiz Felipe. Il ballottaggio tra Nani e Anderson non se lo aggiudica nessuno: gioca Murgia in mediana con Luis Alberto a sostegno del riferimento offensivo Immobile. Due novità per quanto concerne le decisioni di Ballardini: a centrocampo gioca Hiljemark e non Omeonga, in avanti – al fianco di Pandev – ecco Galabinov e non Lapadula.

Lazio-Genoa: formazioni ufficiali

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Caceres, De Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Murgia, Lukaku; Luis Alberto; Immobile. Allenatore: Simone Inzaghi

Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Rossettini, Zukanovic; Rosi, Hiljemark, Bertolacci, Rigoni, Laxalt; Pandev, Galabinov. Allenatore: Davide Ballardini

Lazio-Genoa: probabili formazioni e pre-partita

In casa Lazio i dubbi sono pochi: il primo è quello inerente alla diffida di Lucas Leiva in vista della sfida di sabato prossimo al San Paolo di Napoli, ma l’orientamento di Simone Inzaghi è quello di mandare in campo il brasiliano. L’altro è il ballottaggio tra Nani e Felipe Anderson per affiancare Immobile in attacco: favorito il portoghese, ma contesa aperta. Modulo speculare per il Genoa: Ballardini sceglie Rosi e Laxalt sulle corsie, c’è Omeonga in mediana, in avanti con l’ex di turno Pandev dovrebbe agire Lapadula.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Bastos, De Vrij, Wallace; Marusic, Parolo, Leiva, Luis Alberto, Lukaku; Nani, Immobile. Allenatore: Simone Inzaghi

Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Rossettini, Zukanovic; Rosi, Omeonga, Bertolacci, Rigoni, Laxalt; Pandev, Lapadula. Allenatore: Davide Ballardini

Ecco le principali considerazioni espresse dall’allenatore della Lazio Simone Inzaghi nella conferenza stampa di presentazione dell’incontro odierno: «Dobbiamo vincere ma abbiamo una partita tosta. Il Genoa negli anni è sempre stato un avversario difficile, per questo dovremo fare una gara di livello per conquistare i tre punti. Quella rossoblù è squadra solida, che prende pochi gol. Formazione? Ho più di una soluzione ma le squalifiche ci creano imbarazzo. Nell’ultima di campionato con il Milan ho tolto Lucas Leiva proprio per non farlo ammonire perché anche lui è diffidato. Domani comunque posso arretrare Luis Alberto o puntare su Murgia che si allena sempre molto bene. Leiva? Giocherà anche se diffidato. Per me la partita più importante ora è quella col Genoa, al Napoli penseremo da martedì».

Lazio-Genoa: i precedenti del match

Sono quarantasette i precedenti disputati da Lazio e Genoa nello scenario dell’Olimpico di Roma: segno dominante è l’1, verificatosi in ben ventiquattro circostanze. Sedici i pareggi, di conseguenza sono sette le affermazioni ospiti. Una curiosità: il Genoa si è imposta sul campo della Lazio per quattro volte consecutive, dall’edizione della Serie A 2011-12 a quella 2014-15.

Lazio-Genoa: l’arbitro del match

Dirige Fabio Maresca, fischietto classe 1981 appartenente alla sezione di Napoli. Un precedente stagionale con la Lazio: settima giornata, in occasione del roboante 6-1 inflitto al Sassuolo. Anche con il Genoa un solo precedente, nel terzo turno di campionato, con i rossoblu sconfitti sul campo dell’Udinese con il risultato di 1-0. Nel complesso dell’attuale Serie A ha arbitrato dieci gare ed estratto trentanove cartellini gialli, alla media dunque di 3.9 ammonizioni a partita.

Lazio-Genoa Streaming: dove vederla in tv

La partita andrà in onda a partire dalle ore 20.45 in diretta sulle frequenze Sky Calcio 1 e Sky Supercalcio (anche in HD) e in digitale terrestre su quelle di Mediaset Premium Sport (anche in HD). Non solo, perché Lazio-Genoa sarà trasmessa in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOsAndroid e Windows Mobile tramite app Sky Go Premium Play.