Lazio-Palermo, allarme bomba all’Olimpico. Ma era la merenda di una bimba

© foto www.imagephotoagency.it

Zainetto lasciato incustodito dal papà, che l’aveva accompagnata in bagno

Attimi di paura e di tensione allo Stadio Olimpico, durante lo svolgimento di Lazio-Palermo. Dopo venti minuti di gioco, in Tribuna Monte Mario, viene notato uno zainetto lasciato incostudito. La polizia in borghese ha fatto allontanare tutti gli spettatori seduti nelle vicinanze. Ma tutto si è fortunatamente risolto per il meglio. Infatti si è scoperto che conteneneva la merenda per un bimba. Il padre, dovendola accompagnare in bagno, l’aveva lasciato sul posto. Dopo qualche rimbrotto ed un sospiro di sollievo, il tutto è velocemente rientrato.

CONTROLLI INTENSIFICATI – Ciò è accaduto in una giornata vissuta in una città totalmente blindata. Traffico bloccato nelle strade attorno allo stadio e controlli all’ingresso fortemente intensificati, soprattutto le operazioni di pre filtraggio. Per questo, la società Lazio aveva chiesto ai tifosi di andare allo stadio con largo anticipo. Fortunatamente, eccetto il piccolo equivoco, il tutto è andato per il meglio. Ma oggi il calcio ha vissuto a stretto contatto con la paura.