Lecce, Rossettini: «Il virus? Forse colpo di una zanzara tropicale»

Rossettini Lecce
© foto www.imagephotoagency.it

Luca Rossettini, difensore del Lecce, racconta cosa gli accaduto tre settimane

Luca Rossettini, difensore del Lecce, non scende in campo da quasi un mese. Ha contratto un virus e, dopo settimane con febbre alta, è finalmente tornato in forma e ha fatto chiarezza su quanto accadutogli in una intervista ai canali ufficiali del club salentino.

VIRUS – «Sono in fase di ripresa, i sintomi che avevo stanno scomparendo. Sono tornato a Lecce, pronto per seguire un programma di recupero. Voglio essere a disposizione di Liverani quanto prima. Dopo la partita con la Juventus, intorno alle 4 di mattina, ho avuto un forte di mal di testa, febbre alta e brividi. Ero un po’ preoccupato, temevo si trattasse di Coronavirus. Ho iniziato una terapia farmacologica, mi è stato fatto un tampone nelle 24 ore successive. Fortunatamente, ha dato esito negativo». 

ZANZARA – «Nonostante i farmaci, ho continuato a stare male per 4 giorni, così il dottor Tundo dell’ospedale di Galatina ha deciso di ricoverarmi per effettuare una serie di esami. Sono rimasto in ospedale per 6 giorni, poi mi hanno trasferito al reparto “malattie infettive” di Padova. Altri 4 giorni di ospedale lì, dagli esami del sangue abbiamo capito che si potrebbe trattare di un’infezione virale, portata da una zanzara di tipo tropicale».