Lega, Beretta continua sulla linea dell’autoderminazione

© foto www.imagephotoagency.it

Continua il muro contro muro fra Lega e FIGC, il presidente della prima, Beretta, continua con la parola magina dell’autoderminazione rivendicando i diritti della Serie A: “Non invitare la FIGC alla stesura dei calendari è stata una decisione largamente condivisa. Credo sia stata giusta, e’ stata una scelta di rispetto anche degli interlocutori in una fase di dialettica molto forte. Direi che si puo’ parlare di rispetto istituzionale. E’ stata una scelta radicalmente sbagliata che non porta nessun beneficio e crea danni alle societa’. Inoltre, non era mai accaduto che all’interno del consiglio della Figc si votasse a maggioranza contro il voto di una componente su un problema che riguarda quasi esclusivamente quella componente. Noi produciamo la sostanziale totalita’ delle risorse del settore ed abbiamo 3 consiglieri federali su 27. Vogliamo organizzare l’offerta del nostro prodotto e scegliere al meglio in autonomia i fattori che possano renderlo di successo. Ce lo chiedono gli appassionati, il mercato dei diritti tv e l’intero sistema. Insomma, sulle nostre cose vogliamo decidere da soli”