Lezzerini sbotta: «Impossibile allenarsi a casa con certi vicini» – FOTO

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Luca Lezzerini, portiere del Venezia con un passato alla Fiorentina, si è sfogato su Instagram per gli allenamenti a casa

Luca Lezzerini, attuale portiere del Venezia con un passato alla Fiorentina, si è sfogato su Instagram raccontando il lungo isolamento vissuto in Veneto.

SFOGO – «Voglio condividere con voi un pensiero, uno sfogo. Partendo dal presupposto che la quarantena è stata difficile, molto difficile per tutti noi. Io l’ho vissuta da solo, in una casa non mia, senza le mie cose e senza famiglia, né amici. Sono stati 55 giorni veramente difficili ma per fortuna sono passati e probabilmente mi hanno rafforzato. L’unico sfogo che avevo oltre a Netflix e la play era l’ALLENAMENTO. In questi 55 giorni me ne sono successe di tutti i colori: La signora del 3º piano che mentre stavo facendo un allenamento sui 1000mt (chi li ha fatti sa cosa vuol dire ) mi ha minacciato dicendomi di indossare la mascherina . Per fortuna è stato specificato che per attività intense d’allenamento non è obbligatoria. Facevo degli squat jump ed è venuta la mia vicina a bussarmi dicendomi che gli vibrava tutta casa. Stavo facendo muro 20 min al giorno, sbattendo il pallone contro (migliora la tecnica , per i non calciatori), arriva una signora del mio palazzo e mi ha ordinato di smetterla sennò avrebbe chiamato la polizia per disturbo alla quiete pubblica. Ho messo gli scarpini ieri dopo tanti giorni e sono andato su un prato davanti casa mia per fare dei cambi di direzione e del lavoro con il pallone  Dopo poco arriva un signore e mi dice di smetterla perché stavo rovinando il prato. E fidatevi non era in perfette condizioni. Molti di voi sicuramente non capiranno , o magari daranno la colpa a me per tutte queste cose. Ma adesso voglio farvi delle domande. Quando i vostri figli piangono per ore e ore , io vi vengo a bussare? No, perché é nella natura del bambino. Quando i vostri cani abbaiano alle 3:00 di notte, vi minaccio di chiamare la polizia? No, perché anche io ho un cane e so come funziona, può capitare. Quando la domenica mattina alle 8:00 accendete l’aspirapolvere o il tagliaerba , non pensate alla quiete pubblica? É normale che poi i vostri figli invece di andar fuori a giocare a calcio, basket, tennis. Stiano in casa col telefono in mano. É normale che in italia non nascono più talenti come Totti, Baggio o Del Piero. Quindi in un periodo così difficile per tutti , un po’ di comprensione in più aiuterebbe».

View this post on Instagram

Voglio condividere con voi un pensiero ,uno sfogo . Partendo dal presupposto che la quarantena è stata difficile ,molto difficile per tutti noi. Io l’ho vissuta da solo , in una casa non mia , senza le mie cose e senza famiglia ,ne amici. Sono stati 55 giorni veramente difficili ma per fortuna sono passati e probabilmente mi hanno rafforzato. L’unico sfogo che avevo oltre a Netflix e la play era l’ALLENAMENTO. In questi 55 giorni me ne sono successe di tutti i colori : * La signora del 3º piano che mentre stavo facendo un allenamento sui 1000mt (chi li ha fatti sa cosa vuol dire ) mi ha minacciato dicendomi di indossare la mascherina . Per fortuna è stato specificato che per attività intense d’allenamento non è obbligatoria . * Facevo degli squat jump ed è venuta la mia vicina a bussarmi dicendomi che gli vibrava tutta casa * Stavo facendo muro 20 min al giorno , sbattendo il pallone contro (migliora la tecnica , per i non calciatori 😂) , arriva una signora del mio palazzo e mi ha ordinato di smetterla sennò avrebbe chiamato la polizia per disturbo alla quiete pubblica . * Ho messo gli scarpini ieri dopo tanti giorni e sono andato su un prato davanti casa mia per fare dei cambi di direzione e del lavoro con il pallone . Dopo poco arriva un signore e mi dice di smetterla perché stavo rovinando il prato. E fidatevi non era in perfette condizioni. Molti di voi sicuramente non capiranno , o magari daranno la colpa a me per tutte queste cose . Ma adesso voglio farvi delle domande . Quando i vostri figli piangono per ore e ore , io vi vengo a bussare ? No , perché é nella natura del bambino . Quando i vostri cani abbaiano alle 3:00 di notte , vi minaccio di chiamare la polizia? No, perché anche io ho un cane e so come funziona ,può capitare. Quando la domenica mattina alle 8:00 accendete l’aspirapolvere o il tagliaerba , non pensate alla quiete pubblica? É normale che poi i vostri figli invece di andar fuori a giocare a calcio , basket , tennis .Stiano in casa col telefono in mano. É normale che in italia non nascono più talenti come Totti ,Baggio o del Piero . Quindi in un periodo così difficile per tutti , un po’ di comprensione in più aiuterebbe.

A post shared by lucalezzerini (@lucalezzerini) on