Connettiti con noi

Hanno Detto

Luis Enrique: «Spagna al Mondiale? Mi sono tolto un bel peso. A Morata dico…»

Pubblicato

su

Luis Enrique

Luis Enrique, ct della Spagna, ha parlato dopo la vittoria contro la Svezia, che qualifica la nazionale iberica ai Mondiali

Luis Enrique, ct della Spagna, ha parlato dopo la vittoria contro la Svezia, che qualifica la nazionale iberica ai Mondiali 2022.

SPAGNA AL MONDIALE – «Uno dei più felici ero io. È stata una giornata molto bella. Ha sofferto molto, ma siamo già al Mondiale e mi sono tolto un bel peso dalle spalle. Mi sono sentito molto più preso rispetto all’Europeo, perché mi sembrava un traguardo facile da raggiungere. Creiamo abbastanza per vincere. Alvaro è sempre predisposto ad aiutare, è versatile e ha molte qualità. Credevamo che Raul, vista la poca conoscenza dei nostri avversari su di lui, potesse aiutarci e ha fatto bene. Abbiamo giocato una partita molto completa e difficile, il pubblico è stato spettacolare e alla fine abbiamo potuto dedicargli un giro d’onore come se fosse un titolo perché per noi è un titolo. Il pubblico è stato spettacolare. Possiamo aspirare ad essere tra i migliori al Mondiale. Ho detto loro nel discorso che oggi stavamo chiudendo un ciclo. Quando abbiamo iniziato non avevamo il supporto di oggi, qualcosa che infonde fiducia nel giocatore. Siviglia è un posto speciale e sarebbe stato molto brutto subire un gol in finale. Morata riflette ciò che è superare le avversità e le critiche. Le critiche torneranno non appena perderemo una partita. Spero che i media generino buone vibrazioni. E abbiamo lasciato tutto. Faremo bene al Mondiale. Rimango con 50 giocatori e sarà difficile selezionare. C’è un misto di veterani esemplari come Busi, Jordi Alba, Koke o Azpilicueta e giovani come Gavi, nato per giocare a calcio».