Marco Parolo, il centrocampista sempre avanti della Lazio

marco parolo
© foto www.imagephotoagency.it

Caratteristiche tecniche, cartellino, clausole, contratto, stipendio, procuratore, social e tanto altro: ecco chi è Marco Parolo, centrocampista e vice capitano della Lazio

Sacrificio, costanza e attitudine offensiva. Questo è Marco Parolo, punto fermo del centrocampo della Lazio. Nato a Gallarate il 25 gennaio 1985,  Parolo vive nel Como il suo passaggio al calcio professionistico. Nella compagine lariana, dopo tre stagioni con la Primavera, fa il suo salto in prima squadra nel 2004, in Serie C. Il fallimento del club lombardo lo porta, nel 2005, al trasferimento alla Pistoiese: in maglia arancione vive due stagioni positive per poi essere acquisito a titolo definitivo dal Chievo Verona. Il club scaligero, nel 2007, lo cede in prestito al Foligno, squadra di Serie C allenata da Pierpaolo Bisoli; qui Parolo continua a farsi notare e, dopo una buona stagione, passa in prestito dal Chievo all’Hellas Verona. Con la squadra gialloblù, in Serie C, disputa 32 presenze e segna 4 reti; il tempo per il passaggio di categoria è maturo e Parolo, nell’estate del 2009, approda in prestito al Cesena in Serie B.

In Romagna ritrova Bisoli e l’annata sarà da ricordare: i bianconeri ottengono la promozione in Serie A dopo 19 anni e il centrocampista lombardo risulta decisivo con la rete segnata nell’ultima gara in casa del Piacenza. Marco Parolo fa così il suo esordio in Serie A il 28 agosto 2010: nella squadra guidata da Massimo Ficcadenti è titolare insieme a giocatori come Nagatomo e Giaccherini nella partita in casa della Roma poi pareggiata a reti bianche. La sua prima stagione nel massimo campionato lo vede saltare una sola gara collezionando 37 presenze, 5 reti e 4 assist. Prestazioni che, nel marzo 2011, gli valgono la prima chiamata in Nazionale: il ct Cesare Prandelli lo fa esordire nel finale dell’amichevole giocata in Ucraina. Dopo la seconda entusiasmante stagione col Cesena, nell’annata successiva arriva la retrocessione: Parolo, che nel frattempo era stato acquisito a titolo definitivo dal club romagnolo, resta in Serie A e approda in prestito (con diritto di riscatto) al Parma. Il centrocampista viene valorizzato dall’allenatore Roberto Donadoni e gioca due stagioni con continuità: con la maglia ducale, Parolo colleziona 75 presenze totali, 11 reti e 10 assist. Nell’estate 2014, dopo la partecipazione allo sforunato Mondiale brasiliano, arriva il salto definitivo: le sue qualità non sono più un mistero e il Parma (escluso dall’Europa League per inadempienze economiche) lo cede a titolo definitivo alla Lazio.

Nella squadra allenata da Stefano Pioli, il giocatore trova fin da subito continuità di prestazioni e rendimento: nella sua prima gara ufficiale in biancoceleste (in Coppa Italia contro il Bassano), Marco Parolo va a segno e fornisce un assist per la vittoria finale (7-0). La sua prima annata con la Lazio gli fa collezionare 40 presenze totali, 11 reti e tre assist: prestazioni che contribuiscono al terzo posto finale della compagine romana che permetterà al centrocampista lombardo di fare il suo esordio nelle coppe europee, nella sforunata doppia sfida del turno preliminare di Champions League contro il Bayer Leverkusen. Nel 2016, l’arrivo di Simone Inzaghi sulla panchina biancoceleste non vede intaccare il suo posto da titolare; dopo aver preso parte alla spedizione di Euro 2016 con la Nazionale di Antonio Conte (che lo schiera dall’inizio in quattro occasioni), Parolo si appresta a vivere uno dei suoi anni migliori: nel 2017 il centrocampista segna 4 reti nella gara esterna col Pescara diventando il primo centrocampista a collezionare una ‘quaterna’ in Serie A, poi, in agosto, festeggia il suo primo trofeo della carriera conquistando la Supercoppa italiana ai danni della Juventus all’Olimpico. Nella stagione attuale, Parolo si sta confermando un punto fermo della squadra di Inzaghi, di cui è divenuto vice-capitano di Senad Lulic.

Caratteristiche tecniche e ruolo

Centrocampista, la sua posizione ideale è quella di mezzala destra. Dalla spiccata attitudine offensiva, Marco Parolo cerca spesso la profondità con inserimenti repentini. Dotato di un buon tiro, risulta uno dei centrocampisti più prolifici del campionato; giocatore di movimento, dà il suo apporto anche in fase di copertura.

Cartellino e clausole di Parolo

Il contratto che lega il centrocampista lombardo alla Lazio non prevede clausole di rescissione. Il valore del cartellino di Parolo (acquistato nel 2014 dalla Lazio per 5,5 milioni più bonus), secondo i siti specializzati Transfermarkt e PlayRatings, oscilla tra i 6 e i 16 milioni.

Contratto e stipendio di Parolo con la Lazio

Il centrocampista di Gallarate è legato al club biancoceleste fino al 30 giugno 2020. L’ultimo rinnovo di contratto risale all’ottobre 2016. Il suo ingaggio con la Lazio gli fa percepire annualmente 1,4 milioni netti, una cifra nella media della rosa biancoceleste.

Il procuratore di Marco Parolo

Il procuratore del centrocampista lombardo è da diversi anni l’avvocato comasco Filippo Cavadini, agente di mercato anche di Matteo Bianchetti, difensore dell’Hellas Verona.

Marco Parolo al Fantacalcio

Il centrocampista laziale è un buon investimento per gli appassionati di Fantacalcio. Titolare, è una garanzia di continuità e le sue doti offensive lo portano spesso e volentieri a segnare e fornire assist per i compagni. Di contro, Marco Parolo è un giocatore che incappa spesso nei cartellini, ma rimane sicuramente un acquisto intelligente per ogni fantasquadra.

Infortunio Parolo: il report completo

Gli infortuni di rilievo occorsi in carriera a Marco Parolo negli ultimi anni sono quattro: dallo stiramento alla coscia dell’ottobre 2015 che lo tenne fermo quasi un mese, alla contusione al ginocchio dell’aprile 2016 che lo costrinse lontano dai campi per oltre due settimane. Poi, nel maggio 2017, un’altra contusione al ginocchio destro che gli fece saltare le ultime gare stagionali e, in luglio, una tendinite che gli ha compromesso buona parte del ritiro estivo.

Il numero di maglia di Parolo

Il centrocampista lombardo, da quando ha esordito in Serie B col Cesena, ha vestito solo due numeri di maglia diversi. Con la Lazio, indossa stabilmente la maglia numero 16:

  • Cesena (2009-2012) – 18
  • Parma (2012-2014) – 16
  • Lazio (2014-) – 16

Parolo sui social: il profilo ufficiale Instagram

Calciatore poco esposto nel mondo social, Marco Parolo è presente su Instagram con un profilo ufficiale aperto pochi mesi fa. Qui, il giocatore è solito apparire nei suoi momenti di vita professionale.

Parolo a FIFA 18

Il valore di Marco Parolo al videogioco FIFA 18 è pari a 81. I valori attribuitigli sono rispettivamente: accelerazione 71, tiro, passaggio e dribbling 76, difesa 77 e fisicità 81.