Mchedlidze, alterco con i tifosi: «Non ho ricevuto alcun pugno»

Mchedlidze
© foto www.imagephotoagency.it

Levan Mchedlidze, attaccante dell’Empoli, vittima di un aggressione al termine della gara persa dai suoi contro il Sassuolo. L’attaccante smentisce di aver ricevuto un pugno – 3 maggio

Levan Mchedlidze, attaccante dell’Empoli, è stato protagonista, suo malgrado, di uno spiacevole episodio dopo la sfida con il Sassuolo: il calciatore, ko per la gara contro i neroverdi, sarebbe stato colpito da un pugno al volto. Il giocatore, intercettato da “Repubblica” ha però smentito di aver ricevuto un pugno. L’alterco con i tifosi però c’è stato, ed Athos Bagnoli, presidente del centro di coordinamento degli Empoli Clubs, ha condannato fermamente l’episodio.

Mchedlidze colpito da un tifoso con un pugno dopo Empoli-Sassuolo

Dopo le vittorie con Fiorentina e Milan, l’Empoli ha nuovamente complicato la sua corsa salvezza perdendo in casa contro un Sassuolo che non ha più nulla da chiedere al campionato. La squadra di Martusciello si trova ora a sole quattro lunghezze di distanza dal Crotone, che in questo ultimo periodo sta esprimendo un gioco e una voglia di gran lunga superiori rispetto a quelle dei toscani. Il momento delicato è stato poi ancor più amplificato al termine del match quando Levan Mchedlidze, attaccante indisponibile per la gara con i neroverdi, è stato fermato da un gruppo di tifosi inferociti di cui uno ha colpito il giocatore in pieno volto con un pugno. Da questo fatto, come riporta il Tirreno, è scoppiata un’autentica rissa tra chi ha preso le parti di Mchedlidze e chi dell’aggressore. Parapiglia sedato poi dall’intervento della polizia.