Mihajlovic: «Milan? Speriamo di non prendere di nuovo 5 pappine»

© foto www.imagephotoagency.it

Sinisa Mihajlovic, tecnico del Bologna, ha parlato della sua condizione di salute e della sfida contro il Milan ai microfoni del Tg1

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna, ha parlato della sua condizione di salute dopo la positività al Covid-19 e dell’esordio di campionato contro il Milan. Ecco le sue dichiarazioni ai microfoni del Tg1:

LEUCEMIA – «In panchina a Verona, nella prima giornata di campionato, ero morto. Anche se io ero debole in tutto, la mia era un’immagine della forza e della volontà di una persona che non molla e che combatte. Il signore che mi ha donato il midollo non so dove stia ma mi ha comunque salvato la vita: anche se non so chi è, lo ringrazierò sempre».

COVID-19 – «Dopo che superi la leucemia, è impossibile avere paura. E’ come quando passi una guerra: di cosa puoi avere paura dopo? Io sono sempre stato sereno. Sicuramente se lo avessi preso a febbraio o a marzo dove ero ancora immunodepresso, poteva anche essere pericoloso».

MATCH CONTRO IL MILAN – «La prossima sfida sarà lunedì sera che devo incontrare il mio amico Ibra e non so quello che succede. Speriamo che sarà meglio dell’ultima volta che abbiamo preso 5 pappine».