Milik Roma in stand-by: una richiesta dei giallorossi ha fatto infuriare il Napoli

© foto www.imagephotoagency.it

Il passaggio di Arkadiusz Milik alla Roma è stato messo in pausa dal Napoli: la Gazzetta dello Sport spiega il motivo

Bisogna aggiungere un nuovo capitolo al giallo che sta caratterizzando il calciomercato 2020/2021. L’affare che potrebbe portare Arkadiusz Milik alla Roma è stato messo in stand-by dal Napoli.

Ma cosa ha causato la brusca frenata nell’affare? Come spiega la Gazzetta dello Sport, le visite mediche alle ginocchia sostenute da Milik in Svizzera da Georg Ahbaumer, non hanno convinto a pieno i giallorossi. Il polacco sta bene, però i brutti infortuni pregressi (rottura di entrambi i crociati) non fanno dormire sonni tranquilli alla Roma.

Perciò, anche alla luce dello scarso entusiasmo mostrato nella fase iniziale dal giocatore (che ora però non ha più dubbi e sta già cercando casa a Roma) ha chiesto al Napoli una diversa modalità di pagamento (la formula stabilita era quella del prestito oneroso, fissato a 3 milioni, più obbligo di riscatto a 15), più una super valutazione di Meloni e Modugno, i due giovani attaccanti inseriti nell’operazione. Ovviamente il Napoli non l’ha presa bene (eufemismo), il club si è irrigidito e l’affare è in pausa.

La Rosea aggiunge che in tutto questo non va dimenticata la parallela trattativa di Milik con il Napoli: il giocatore, che ha il contratto in scadenza nel 2021, deve rinnovare il contratto con De Laurentiis per andare in prestito, prima però deve risolvere questioni legate a multe e possibili azioni legali (relative all’ammutinamento dei giocatori del Napoli del 5 novembre). De Laurentiis non vuole spostarsi di un centimetro, ma secondo i suoi agenti Arek è disposto a fare un passo indietro e rinunciare a qualcosina pur di scrivere la parola fine alla telenovela.