Ministro Russia a Capello: «Disastro senza Europei»

© foto www.imagephotoagency.it

Le pressioni del governo russo sul commissario tecnico

Non è un momento facile per Fabio Capello, finito sul banco degli imputati per gli scarsi risultati conseguiti finora alla guida della Russia e per il corposo ingaggio percepito. Nonostante si sia parlato nei giorni scorsi di un imminente esonero, il commissario tecnico resta alla guida della Russia, con cui è comunque legato fino al 2018. La pressione, però, resta alta, soprattutto da parte del governo.

LE PRESSIONI – Lo dimostrano le parole del ministro dello Sport, secondo cui l’eventuale mancata qualificazione agli Europei del 2016 sarebbe un disastro. «Se non ci dovessimo qualificare, sarebbe una catastrofe», ha dichiarato Vitaly Mutko ai microfoni della televisione di stato. La Russia, che ospiterà i Mondiali del 2018, è al momento al terzo posto in classifica nel gruppo G dopo aver perso l’ultima partita di qualificazione per 1-0 in casa contro l’Austria. La prossima sfida, quella contro la Svezia, in programma il 5 settembre, è dunque già decisiva in tal senso per la Russia e Capello.