Moldavia, Firat: «Italia esperienza di calcio. Mancini bravissimo»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Engin Firat ha parlato alla vigilia del match contro l’Italia di Roberto Mancini: le dichiarazioni del commissario tecnico della Moldavia

Engin Firat, commissario tecnico della Moldavia, ha parlato alla vigilia del match contro l’Italia di Roberto Mancini.

ITALIA – «Per noi è una esperienza di calcio, perché i ragazzi capiranno come si gioca a livello internazionale. Il rischio è quello di finire come contro l’Armenia, cercheremo di fare una partita e una tattica equilibrata. Come ben sapete io vengo dalla Turchia, abbiamo avuto tantissimi allenatori italiani in Turchia, come Mancini. Esistono dei legami molto stretti, conosco lo stile di Mancini e ammiro il suo lavoro con la Nazionale. L’Italia non è conosciuta per un calcio offensivo, ma di successo. Lui ha molte opzioni per l’attacco, con questo pressing molto forte, ha uno stile moderno, di altissimo livello. Gli italiani hanno avuto un periodo di flessione, ora quel che vedo è un calcio ad altissimo livello. Ci sono tantissimi giovani talentuosi, c’è equilibrio con gli esperti. Siete i favoriti per i campionati europei».

TIFOSI – «Per quelli che amano il calcio questo è un grande problema. Lo spettatore è il sale e il pepe della minestra, senza le motivazioni scendono. È un problema mondiale, a breve mi auguro che questa situazione cambi. Abbiamo bisogno di spettatori e calcio».

SORPRESA – «La squadra è motivata, sta bene, non ha problemi. L’Italia però non ha perso quasi nessuna partita negli ultimi due anni e mezzo, cerco di essere realistico e creare qualche problema agli azzurri».

GRECIA E SLOVENIA – «Per noi sarà difficile, i nostri giocatori non sono abituati a fare tre partite di fila in una settimana. Per questo farò dei cambi in questa partita. Sono difficili, stiamo cercando di costruire qualcosa e giochiamo contro squadre molto forti. Dobbiamo spingere al massimo per non avere sconfitte dolorose».