Nainggolan al Guangzhou, anzi no: frenata dalla Cina, può restare a Roma

© foto www.imagephotoagency.it

Per Nainggolan Guangzhou era una destinazione già pronta, ma dalla Cina hanno frenato e adesso può rimanere a Roma: l’Evergrande può aspettare, stando alla ultime di mercato

Per il momento non si farà l’affare Radja Nainggolan. Il centrocampista della Roma non partirà in direzione Guangzhou Evergrande per alcune disposizioni in arrivo dalla Cina. Lo ha riportato La Gazzetta dello Sport, secondo cui il Partito Comunista Cinese avrebbe posto un freno sulle spese nel calciomercato. Oltre alla luxury tax, il governo ha intenzione di bloccare i trasferimenti troppo dispendiosi e di calmare le acque nel mercato interno. Niente aste selvagge, quindi niente Nainggolan. E pensare che l’affare con la Roma era chiuso e mancavano solo le pratiche burocratiche perché diventasse ufficiale.

Pare che Nainggolan stesso si sia informato con persone italiane legate alla Cina per capire come muoversi e come sono il campionato cinese e la vita in Oriente. Aveva anche parlato con Fabio Cannavaro a proposito del trasferimento e sembrava tutto fatto per il suo maxi stipendio da dodici milioni di euro. Alla fine, però, è arrivato lo stop dalla Cina e per ora non se ne farà niente a meno di clamorose riaperture. Altrimenti se ne riparlerà in estate, Partito Comunista Cinese permettendo.