Palermo, Mangia: “Abbiamo creato tanto”

© foto www.imagephotoagency.it

Devis Mangia commenta l’ennesimo ko esterno del Palermo in trasferta.
Al termine della sfida contro l’Udinese, il tecnico dei rosanero parla ai microfoni di Sky Sport degli errori commessi dai suoi ragazzi: “Abbiamo avuto partite complicate, ma a parte Milano abbiamo creato tanto – ha dichiarato Mangia – . C’è sicuramente un pò di imprecisione, non c’è stata abbastanza indecisione nel tentare le conclusioni. Peso psicologico in vista della trasferta di Torino? No, mi dispiace per i ragazzi perchè hanno fatto una buona prestazione. Perdere a Udine ci sta, sul gol abbiamo commesso un errore ma poi la squadra ha creato i presupposti per rendersi pericolosa. Poi potevamo anche prendere il secondo gol su una ripartenza, ma abbiamo comunque creato: per fortuna la prossima trasferta è facile (ride, ndr). L’arbitraggio? Non mi piace parlarne, ma dal campo mi hanno detto che c’era un rigore su Ilicic. Sul gol abbiamo sbagliato noi. Sinceramente mi piacerebbe più sentirmi dire di aver sbagliato, ma tanto la partita ormai è finita. Con gli arbitri c’è sempre un muro a difesa del proprio operato, magari se se ne parlasse sarebbe meglio. Dopo la partita con il Milan non ho avuto problemi a parlare e a dire che avevamo preso una bambola: a me non cambia niente, non voglio dire agli altri cosa devono fare, ma dico che mi piacerebbe di più se si parlasse. Abbiamo fatto una buona gara, senza nulla togliere all’Udinese, ma qualche prerogativa per fare risultato l’abbiamo creata. Purtroppo non avevo altri giocatori offensivi, dopo gli infortuni di Pinilla e di Hernandez, ma magari avrei potuto sbilanciarmi un pò di più se li avessi avuto. Per me i ragazzi hanno fatto tutto quello che dovevano fare, magari anche concedendo qualcosa all’Udinese, ma ci può stare. Io a Bergamo non ero contentissimo, a Milano figuriamoci, ma nelle ultime due trasferte alla squadra non potevo rimproverare nulla. In partenza ho scelto Aguirregaray perchè Armero poteva darci problemi, mentre Ilicic ha avuto un problemino venerdì, quindi ho dovuto bilanciare il suo impiego. Se fossi partito con lui e Miccoli insieme, poi non avevo più ricambi per l’attacco.”