Partita incredibile: il Napoli prende gol nel momento migliore. Decide Jackson Martinez

© foto www.imagephotoagency.it

Porto-Napoli 1-0, sfida d’andata degli ottavi ai lusitani

EUROPA LEAGUE OTTAVI PORTO NAPOLI SINTESI – Riflettori che si accendono nuovamente sull’attuale edizione dell’Europa League: tre italiane agli ottavi – due delle quali, Juventus e Fiorentina, una contro l’altra – con il Napoli impegnato in terra portoghese sul campo del temibile Porto. All’Estadio do Dragao si gioca l’andata degli ottavi di finale, passano da qui le ambizioni di gloria partenopea.

PRIMO TEMPO – Ritmi subito particolarmente sostenuti: il Porto spinge sulle corsie laterali sfruttando la vena offensiva dei suoi due esterni bassi – Danilo ed Alex Sandro – mentre gli uomini di Benitez almeno inizialmente sembrano puntare su rapidi ripartenze. La prima occasione spetta meritatamente ai lusitani: al 12’ minuto gran palla di Varela per Jackson Martinez, il colombiano – corteggiato di lusso della recente estate partenopea – taglia a fette la difesa partenopea ma il suo mancino è respinto da un prodigio di Reina. Pallino decisamente in mano ai padroni di casa, in forcing alla ricerca del gol con il Napoli costretto a rifugiarsi in corner ed in difficoltà nell’aggressione degli spazi: al 20’ Reina ancora impegnato da una conclusione di Defour, dopo qualche istante gol annullato al Porto per posizione di offside ravvisata a Carlos Eduardo, chiamata al limite. Napoli spaccato in due che finalmente al 27’ minuto si affaccia dalle parti di Helton: Callejon premia la sovrapposizione di Reveillere che serve di prima al centro per Higuain, l’argentino manca l’impatto con il pallone. Al 36’ Porto insidioso da calcio piazzato con Maicon che stacca di testa ma manda a lato, uomini di Benitez che rispondono come da copione in ripartenza con Callejon che però si aiuta con il braccio e viene fermato in posizione di sparo. Partenopei meglio nelle battute finali di una prima frazione in cui per mezzora di gioco ha dominato l’intensità portoghese, risultato a reti inviolate.

SECONDO TEMPO – Pronti, via ed è il solito spaziale Fernando a costringere Reina ad un altro intervento super, bolide dai venticinque metri diretto all’incrocio dei pali e volo dello spagnolo: il Porto è tornato in campo con l’aggressività messa in campo nella prima mezzora, al 6’ minuto è Quaresma ad accentrarsi e calciare di sinistro verso la porta napoletana. All’8’ minuto occasione clamorosa per il Napoli: contropiede con Callejon che serve Higuain, l’argentino va a botta sicura ed Helton devia del tutto fortuitamente in corner, identica situazione dopo qualche istante su Albiol con il portiere avversario che para causalmente. Al 10’ è ancora Higuain a saltare mezza difesa lusitana e calciare verso Helton, la palla arriva a Callejon che non sfrutta la situazione a porta di fatto sguarnita. Sfida capovolta e proprio nel momento migliore degli uomini di Benitez è il Porto a passare al 12’ minuto: azione confusa in area partenopea con la palla che termina sul mancino di Jackson Martinez, è proprio lui a segnare con un diagonale che si infila all’angolo opposto della porta difesa da Reina. Incredibile alle volte le trame disegnate dal campo: il Napoli paga dazio proprio quando stava schiacciando l’avversario, partenopei ora in attacco e ci prova Insigne dalla distanza al 21’ minuto ma Helton è pronto. Al 35’ minuto azione confusa in area partenopea e palo clamoroso targato Quintero, dopo che Albiol aveva chiuso in scivolata su Ghilas, partita senza soste con un flipper sul ribaltamento di campo, è Zapata che appena entrato rischia di insaccare nella porta lusitana. Sfida d’andata davvero incredibile: Napoli male per gran parte del primo tempo ma in grado di non subire gol, rete che arriva puntualmente nel momento in cui proprio i partenopei controllavano le operazioni della partita. Vince il Porto con il risultato di 1-0, si deciderà tutto tra una settimana al San Paolo.

Porto 1-0 Napoli

Tabellino

Porto (4-3-3): Helton; Danilo, Maicon, Mangala, Alex Sandro; Defour (all’87’ Herrera), Fernando, Carlos Eduardo (al 67’ Quintero); Varela (al 71’ Ghilas), Jackson Martinez, Quaresma. A disposizione: Fabiano, Reyes, Lica, Ricardo Pereira, Ghilas. Allenatore: Luis Castro

Napoli (4-2-3-1): Reina; Reveillere, Albiol, Britos, Ghoulam; Behrami, Henrique; Callejon (al 79’ Pandev), Hamsik (al 74’ Mertens), Insigne; Higuain (all’83’ Zapata). A disposizione: Colombo, Fernandez, Inler, Dzemaili. Allenatore: Rafael Benitez

Marcatori: Jackson Martinez (P) 57’

Ammoniti: Porto – Alex Sandro; Napoli – Reveillere, Behrami