Da Pogba a Dani Alves passando per Conte: quando lasciare la Juve fa male

dani alves psg
© foto www.imagephotoagency.it

La Juventus negli anni ha salutato numerosi elementi. Dal tecnico Conte a Vidal passando per Pogba e Dani Alves. Non sempre è stato un successo

Non si può parlare di pentimento ma lasciare la Juve, per tentare la vittoria della Champions League, non è stato un successo. Ne sanno qualcosa i tanti ex bianconeri. Ne sa  qualcosa anche Dani Alves. Il terzino brasiliano è andato via dopo un solo anno in Italia, accettando la sfida del PSG. Il giocatore, a differenza di quanto accaduto in bianconero, non ha inciso e non è riuscito a inculcare la mentalità europea ai suoi nuovi compagni. Il PSG è stato, ancora una volta, eliminato agli ottavi di finale. Ha detto di aver scelto il PSG per vincere la Champions e la sua strada è terminata anzitempo. La Juventus è ancora in lizza per poter vincere la Coppa, Dani invece è fuori.

Problemi in Europa anche per Arturo Vidal. Il centrocampista ha ottenuto tanti successi in campo nazionale con il Bayern Monaco ma il club bavarese, ancora in corsa in questa Champions, non vince il trofeo dal 2012/2013 e Arturo non arriva in finale dalla sfida tra Juventus e Barcellona del 2015. Problemi anche per Paul Pogba. Il francese, al suo primo anno, ha vinto l’Europa League ma in Champions, con il Manchester United, ha steccato, andando fuori agli ottavi contro il Siviglia di Montella.

Nessuna vittoria (in campo europeo) per Antonio Conte. Il tecnico, che ha vinto la scorsa Premier, ha faticato in Champions, arrivato alle spalle della Roma nei gironi di Champions, è stato sbattuto fuori agli ottavi dal Barcellona. Problemi anche per Leo Bonucci: il difensore e capitano del Milan rincorre la Champions ed è stato eliminato agli ottavi di Europa League. Lasciare la Juve per inseguire il sogno europeo, a quanto pare, almeno fino a questo momento, non porta fortuna.