Ranieri: «Partita surreale ma dobbiamo andare avanti finchè si può»

Iscriviti
Sampdoria Fiorentina Ranieri
© foto www.imagephotoagency.it

Claudio Ranieri ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria in rimonta conquistata contro l’Hellas Verona. Le sue parole

Claudio Ranieri ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria, in rimonta, contro l’Hellas Verona grazie alla doppietta di Quagliarella.

MATCH – «Abbiamo fatto una buona partita contro una squadra che gioca bene e che ti pressa, non era facile venirne a capo. Abbiamo giocato bene».

SENZA TIFOSI – «Oggi non c’erano i tifosi e avete sentito tutto quello che normalmente dico (ride ndr). È stata una partita surreale, siamo dei professionisti e andiamo avanti finchè si può».

QUAGLIARELLA – «Diverbio uscendo dal campo? Non c’è stato nulla, cose nostre di calcio. Nulla di che. L’importante era riuscire creare delle occasioni da gol ma poi è importante avere chi riesce a buttarle dentro. Fabio sta ritrovando la sua vena realizzativa ed è importante per noi».

CAMBIO MODULO – «Quando ho cambiato sistema di gioco, e mi sono messo a cinque, abbiamo preso un’altra immagine in campo. Purtroppo subiamo troppi gol a inizio partita».

CALCIATORI – «Partita vera? È stato difficile perchè per due volte abbiamo preparato le partite e non abbiamo giocato. Non era facile tenere alta la concentrazione, il gol subito ci ha fatto entrare in partita»

PARMA SPAL – «Non sapevo cosa dovevo pensare. I ragazzi mi chiedevano se giocavamo o non giocavamo. C’era tanta confusione. Io sono come dice Klopp, io faccio l’allenatore e gli altri facciano quello che devono fare negli interessi della cittadinanza. Con chiarezza»