Connettiti con noi

Prima Pagina

Ranieri: «Zaniolo non ha intenzione di andare via, Mirante confermato»

Pubblicato

su

ranieri roma

Alla vigilia della sfida contro la Sampdoria, il tecnico della Roma Claudio Ranieri ha parlato in conferenza stampa presentando la partita

Anticipo del sabato sera, quello di domani a Marassi tra Sampdoria e Roma, entrambe le squadre devono ritrovarsi, soprattutto la Roma che non vince dall’11 Marzo. Claudio Ranieri ha presentato la sfida, toccando i temi principali in casa giallorossa.

Sugli infortunati: «Santon avrà la risonanza oggi e ho paura che sia qualcosa di importante, anche perché lui è un ragazzo che è indistruttibile, gioca con tutto e non si ferma mai e per essersi fermato deve esserci qualcosa di importante. Per Perotti nulla di grave, ma non è disponibile per domani e credo di riaverlo per la prossima. El Shaarawy è recuperato, starà con me. Pastore ancora no, sta cercando la migliore condizione fisica, sta lavorando. Florenzi rientrerà con me la prossima settimana».

Sul futuro di Zaniolo: «Per quanto riguarda le dichiarazioni di Nicolò a fine partita, è normale che un ragazzo aveva già finito l’intervista, gli hanno rifatto la domanda, lui l’ha detto più volte che ama restare a Roma. Ha un contratto massimo, fino al 2023. Capisco che fa notizia, ma la società non ha intenzione di venderlo, lui non ha intenzione di andare via. Arriviamo a luglio e vediamo se può arrivare un altro anno di contratto: ora non si può fare, la legge non lo permette. Restiamo tranquilli il ragazzo vuole restare qua, la società vuole trattenerlo qua, quindi spero che sia il punto di questa vicenda».

Ballottaggio Mirante-Olsen: «Mirante ha fatto bene e penso di confermarlo, perché facendo così si scontenta uno o l’altro. Io sono molto restio a cambiare, perché la psicologia di un portiere è molto particolare. Ho voluto dare un po’ di riposo a Robin, che ha tutta la mia considerazione».

Le condizioni di Dzeko: «Io credo che la partita con la Fiorentina abbia dato una buona iniezione di fiducia e di consapevolezza alla squadra, ma voglio vedere la conferma adesso a Genova con la Sampdoria. Sarà una partita importante, proprio per dire cosa è stata quella con la Fiorentina. Edin l’ho visto muoversi bene, con volontà, determinazione. Non ha fatto gol e per un goleador è importantissimo. Non ne sta facendo tanti, ma nella vita di ogni goleador c’è un anno ‘ni’. Si sta muovendo, sta giocando per la squadra, può darsi che alcune volte sia un po’ egoista, ma tutti gli attaccanti devono esserlo. Un conto è quando tutto ti va bene, ecco che dai la palla al compagno, quando le cose vanno male vuoi sbloccarti. Io della sua prestazione sono contento. Mi auguro possa fare bene, perché come si dice a Roma ‘è pisto di botte’. Spero possa darci una grossa mano».

Come affrontare la Sampdoria: «Stimo molto Giampaolo, tutte le sue squadre giocano un ottimo calcio, pressano molto e noi dovremo essere molto attenti e lucidi a far girare e verticalizzare velocemente la palla, perché come la teniamo troppo, facciamo il loro gioco. Pellegrini sta bene, non ha i 90 minuti: valuterò se farlo partire dall’inizio o poi in partita in corso. Ma avete visto che quando è entrato è cambiata la partita, è molto intelligente, sa fare il trequartista, ha una facilità di corsa e di smarcarsi notevole, è un altro pezzo importante della Roma».

Dubbi di difesa: chi tra Fazio, Juan Jesus e Marcano con Manolas? «Sono tutti e tre buonissimi giocatori. Fazio ha fatto un secondo tempo sontuoso, l’ho rivisto come quello dei bei tempi, ha vinto tutti i duelli. Juan quando l’ho chiamato in questo piccolo periodo ha risposto sempre molto bene. Ivan è molto intelligente, forse più bravo nel giocare la palla. Sono tre giocatori che possono giocare con Manolas».

News

video

Copyright 2021 © riproduzione riservata Calcio News 24 -Registro Stampa Tribunale di Torino n. 47 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l.