Connettiti con noi

Serie A

Ripresa Serie A, Colombo: «Dal Pino e Gravina hanno fatto un gran lavoro»

Redazione CalcioNews24

Pubblicato

su

Gravina

Alberto Colombo, vicesegretario generale della European Leagues, ha parlato sulle pagine del Corriere dello Sport. Le sue parole

Dopo le parole della sottosegretaria alla saluta, Sandra Zampa, che ha aperto alla ripresa della stagione sono arrivate altre parole ottimistiche sul futuro del calcio. Sono quelle di Alberto Colombo, vicesegretario generale della European Leagues, che ha parlato così al Corriere dello Sport.

DAL PINO E GRAVINA – «Lega e FIGC nelle ultime settimane hanno fatto un gran lavoro per poter terminare il campionato. I presidenti Dal Pino e Gravina hanno cooperato in maniera propositiva, preparando un terreno che sarà fondamentale per la ripresa. Questo spirito di cooperazione si è esteso dall’ambito nazionale a quello internazionale».

RIPRESA – «Il lavoro fatto si è snodato lungo tre direttive. La prima riguarda i calendari. Grazie a European Leagues e Uefa, si sono trovate le finestre per consentire alle leghe di terminare i campionati.Come può immaginare, con bolle temporali ristrette, non era affatto facile. La seconda riguarda i regolamenti: sono stati apportati cambi alle normative per poter adattare le finestre di mercato ma anche la questione contrattuale tra calciatori e club. In questo senso è stata confermata la volontà per l’implementazione del Financial Fair Play».

PROTOCOLLO – «Il lavoro sui protocolli è essenziale. Ma guardi, la situazione in Italia non è affatto peggiore rispetto a quella di altri Paesi. Il protocollo ha varie componenti: uno medico, uno per la ripresa degli allenamenti, uno per giocare a porte chiuse. E ne servirà poi uno per educare gli attori, ovvero tutti i componenti delle squadre, allenatori, giocatori, staff, collaboratori».

BUNDESLIGA – «In Germania sono state prese decisioni in tempi rapidi, hanno approvato il protocollo l’altro giorno e riprendono il campionato il 16, ma c’è stato un processo molto strutturato anche in Italia. In Inghilterra e in Spagna si sta lavorando in maniera molto seria sui protocolli, in collaborazione con i rispettivi governi. C’è la voglia, ovunque, di ricominciare a giugno».

Advertisement