Roma, De Rossi amaro: «Meritavamo di passare, su Schick era rigore»

de rossi roma
© foto www.imagephotoagency.it

Daniele De Rossi commenta a caldo l’eliminazione della Roma ad opera del Porto: «All’andata doveva finire 2-0».

Partita sfortunata per la Roma di Di Francesco a Oporto, con i Dragoni che si sono imposti 3-1 con un rigore in extremis al 120′ di Telles. La delusione è forte sul volto di Daniele De Rossi, che ha dovuto lasciare il campo nel primo tempo per un problema al polpaccio dopo aver segnato il provvisorio 1-1 dal dischetto.

«La modalità con cui è arrivata l’eliminazione è terribile da accettare, – ha commentato il centrocampista ai microfoni di “Sky Sport” – siamo una squadra particolare, viviamo di alti e bassi, non abbiamo fatto la partita perfetta ma ho visto un gruppo di uomini che non meritavamo di uscire così».

«Sicuramente sarebbe stato duro anche andare ai rigori e rischiare di uscire così, – ha proseguito De Rossi – ma sicuramente era meglio andar fuori ai rigori piuttosto che con un rigore contro al 120′. Dovevamo vincere 2-0 all’andata, meritavamo di vincere meglio, loro a Roma hanno fatto solo un tiro in porta, mentre oggi hanno giocato meglio di noi. A volte siamo un po’ addormentati, oggi abbiamo tenuto una pressione alta e per le cose fatte meritavamo di passare nei 180′».

Infine sugli episodi incriminati e sul futuro di Di Francesco: «Non ho visto i due episodi incriminati, – ha precisato De Rossi – il possibile rigore su Schick dovrei rivederlo, in panchina hanno detto che ci poteva essere. Di Francesco? Eravamo a un minuto dai rigori, non so cosa succederà ma al mister rimane quanto ha fatto in questi 2 anni. Da domani riprendiamo a lavorare col lui, il resto lo decideranno lui e la società». 

Intervenuto nuovamente a “Sky Sport” dopo aver visto il contatto su Schick, De Rossi non ha avuto più dubbi: «Il VAR è uno strumento meraviglioso, e sono convinto che in futuro sarà perfetto, come negli sport americani. Ho visto sul telefonino l’episodio di Schick ed era rigore netto. Questo non è un errore della macchina ma un errore umano dell’arbitro».

INFORTUNIO DE ROSSI, IL GIOCATORE RIVELA: «PENSO DI ESSERMI STIRATO»