Roma-Shakhtar Donetsk 1-0: pagelle e tabellino

roma
© foto www.imagephotoagency.it

Roma-Shakhtar Donetsk, ritorno ottavi Champions League 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

RomaShakhtar Donestk 1-0, dopo una prima frazione di gara assolutamente insufficiente i giallorossi sfruttano i limiti difensivi degli ucraini, puntualmente emersi nella ripresa, e decidono la gara con la rete di Dzeko, gentilmente concessa da un errore di Ordets. Lo stesso si fa poi espellere per fallo ancora su Dzeko, ma lo Shakhtar non rinuncia all’assalto finale, seppur in inferiorità numerica: Roma alle corde ma resiste ed accede ai quarti di finale della Champions League, raggiungendo la già qualificata Juventus.

Roma-Shakhtar Donetsk 1-0: pagelle e tabellino

MARCATORI: st 7′ Dzeko

Roma (4-3-3): Alisson 6; Florenzi 5.5, Manolas 6.5, Fazio 5.5, Kolarov 6; Nainggolan 6.5, De Rossi 6.5, Strootman 6.5; Under 5 (20′ st Gerson 6), Dzeko 7.5 (44′ st El Shaarawy s.v.), Perotti 6. A disposizione: Skorupski, Jesus, Peres, Pellegrini, Schick. Allenatore: Eusebio Di Francesco

Shakhtar Donetsk (4-2-3-1): Pyatov 5.5; Butko 6, Ordets 4, Rakitsky 5.5, Ismaily 6.5; Fred 6, Stepanenko 5.5 (29′ st Patrick 6.5); Marlos 5.5 (38′ st Dentinho s.v.), Taison 7, Bernard 6.5; Ferreyra 5.5. A disposizione: Kudryk, Khocholava, Petryak, Zubkov, Kovalenko. Allenatore: Paulo Fonseca

ARBITRO: Undiano Mallenco (Spagna)
NOTE: ammoniti Florenzi, Manolas, Stepanenko, Fred, Ferreyra; espulso Ordets

ROMA – IL MIGLIORE

Dzeko 7.5: Dopo una prima frazione di gara oggettivamente impalpabile, si prende la ribalta nella ripresa: sfrutta l’errore di Ordets per trafiggere Pyatov – che si era ritrovato nella terra di nessuno – e regalare il vantaggio alla Roma, appena dopo sfiora il raddoppio con una gran soluzione di prima intenzione dalla media distanza. Procura anche l’espulsione dello stesso Ordets.

ROMA – IL PEGGIORE

Under 5: In un periodo di massima ispirazione e convinzione nei propri mezzi, stasera non ne azzecca davvero una: mai incisivo in chiave offensiva, perde sistematicamente la sovrapposizione di Ismaily, così che l’asse con Bernard diventa un fattore nella generazione di situazioni di superiorità numerica per lo Shakhtar Donetsk. Dopo un’ora abbondante Di Francesco lo richiama in panchina, preferendogli Gerson.

SHAKHTAR DONETSK – IL MIGLIORE

Taison 7: Illumina il primo tempo dell’Olimpico con una serie di giocate di altissima scuola: il punto forte della casa è quello di attivare in men che si dica una transizione, il brasiliano ci riesce grazie alla qualità dei fondamentali e ad una visione di gioco che fa oggettivamente la differenza. Pressing a vuoto della Roma per arginarlo.

SHAKHTAR DONETSK – IL PEGGIORE

Ordets 4: Sventurato in occasione della rete del vantaggio di Dzeko: indeciso sulla scelta, finisce con il lasciare in gioco il centravanti bosniaco e permettergli di presentarsi a tu per tu con Pyatov, quando poi è troppo tardi per recuperare. Vanifica il dominio che fino a quel momento aveva inscenato il suo Shakhtar Donetsk. Completa la frittata nel finale – quando servirebbe il massimo sforzo per trovare il pareggio – e si fa beffare sul tempo da Dzeko: per arginarlo commette fallo da espulsione.

Roma-Shakhtar Donetsk: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Nella ripresa lo Shakhtar mette in evidenza tutti i limiti difensivi ben noti alla platea internazionale: Ordets perde i tempi su Dzeko, prima gli regala il gol del vantaggio e della qualificazione ai quarti di finale, poi si fa espellere per fallo sullo stesso bosniaco. Reazione finale che non basta.

49′ – Fischio finale: Roma-Shakhtar Donetsk 1-0!

48′ – Pericolo Roma! Cross di Taison, Dentinho appena in ritardo nell’impatto con la palla: giallorossi alle corde ma salvi!

45′ – Quattro minuti di recupero stabiliti da Mallenco

44′ – Ovazione per Dzeko: in campo El Shaarawy

43′ – Il subentrato Patrick si procura una punizione dal limite, batte lo stesso brasiliano ma la palla si infrange sulla barriera

41′ – Roma stranamente in difficoltà in questi ultimi frangenti, Shakhtar tutto nella metà campo giallorossa

38′ – Sostituzione Shakhtar: Dentinho per Marlos

36′ – Si incarica della battuta della punizione Kolarov, palla sulla barriera

35′ – Si accende la gara: lo Shakhtar protesta con un raccattapalle (ferito nell’occasione) per i tempi di riconsegna del pallone

34′ – Altra chiave di svolta della gara: Ordets completa la frittata e commette fallo da espulsione su Dzeko, dopo che si era lasciato beffare sul tempo dal bosniaco

32′ – Shakhtar colpito dallo svantaggio e meno preciso rispetto alla prima frazione di gara

29′ – Cambia anche Fonseca: Patrick per Stepanenko

28′ – Macchinoso Gerson nella gestione di una situazione offensiva: poco reattivo e conclusione che non impensierisce Pyatov, nonostante la doppia deviazione

23′ – Altra conclusione di Dzeko sul suggerimento di Perotti: stavolta manca del tutto lo specchio della porta

20′ – Sostituzione Roma: Gerson per un deludente Under

18′ – Giocata super di Nainggolan: arpiona un pallone impossibile e lo regala a Dzeko, conclusione di prima intenzione di Dzeko che sfiora il palo alla destra dell’estremo difensore ucraino

16′ – Rischia De Rossi in uscita, per poco non ne approfittano Marlos e Ferreyra

13′ – De Rossi salva in spaccata su Stepanenko, Shakhtar Donetsk che ora si gioca il tutto per tutto

11′ – Ennesima sovrapposizione ed inserimento in piena area giallorossa di Ismaily, fermato al momento della conclusione

9′ – Velo di Strootman per Perotti che calcia troppo debolmente da ottima posizione

7′ – VANTAGGIO ROMA! Errore clamoroso di Ordets che lascia in gioco Dzeko, il centravanti bosniaco parte in posizione regolare sull’assist di Strootman e trafigge Pyatov, che si era ritrovato nella terra di nessuno. Roma che andrebbe ai quarti di finale con questo risultato!

2′ – Suggerimento di Bernard per Ferreyra, è Manolas ad anticiparlo

2′ – Bella giocata di De Rossi sulla trequarti e lancio per Perotti che ritarda troppo la scelta

1′ – Si riparte: secondo tempo di Roma-Shakhtar Donetsk!

SINTESI PRIMO TEMPO – Decisamente più Shakhtar Donetsk che Roma, Taison illumina la manovra offensiva degli ucraini, giallorossi in difficoltà anche sul piano del pressing, oltre che nella costruzione della propria manovra. Lo 0-0 non può bastare agli uomini di Di Francesco: servirà una Roma differente nella ripresa per venirne a capo.

46′ – Intervallo: Roma-Shakhtar Donetsk 0-0

45′ – Un solo minuto di recupero sancito da Mallenco

43′ – Ennesimo numero dell’eccezionale primo tempo di Taison: assist per Ferreyra che ritarda la scelta della conclusione quanto basta a far rientrare Fazio

41′ – Sovrapposizione di Kolarov ed altro cross molto teso, manca l’accorrente sul primo palo e Pyatov ha vita facile

39′ – Taison fa il bello e cattivo tempo: tante accelerazioni per attivare transizioni che mettono in difficoltà la tenuta della Roma, ora Florenzi costretto alla trattenuta ed al cartellino giallo per arginarlo

37′ – Conclusione dalla media distanza di Perotti, senza troppe ambizioni

34′ – Conclusione di Nainggolan sugli sviluppi di un corner ribattuta da Stepanenko, Taison attiva la ripartenza e Florenzi deve salvare in scivolata su Bernard

33′ – Errore clamoroso di Fazio nel controllo di palla, irrompe Ferreyra e si presenta a tu per tu con Alisson, è proprio l’ostruzione del centrale argentino ad evitare una conclusione comoda, poco incisivo l’attaccante nell’occasione

31′ – Gioco di sponda di Dzeko per favorire la corsa di Kolarov, cross però troppo potente che vanifica la chance

28′ – Conclusione di Fred dalla distanza: palla appena alta sulla traversa

27′ – Altra sovrapposizione di Ismaily e cross per Ferreyra, Fazio si oppone al colpo di testa e manda in corner

26′ – Possesso palla totalmente a favore dello Shakhtar, Roma in difficoltà nell’attuazione del pressing

24′ – Cross basso calciato con potenza da Kolarov, reattivo Pyatov nella respinta, ancora beffato sul tempo Dzeko

21′ – Anticipo di Fazio su Stepanenko e cross per Dzeko, agevolmente anticipato da Ordets

18′ – Molto fluido il possesso palla degli uomini di Fonseca, che attualmente gestiscono le operazioni della partita

15′ – Ottimo l’anticipo di Fazio su Ferreyra, il cross di Butko era perfetto

14′ – Shakhtar Donetsk che come annunciato non si limita affatto ad una gara difensiva: tutt’altro a dire il vero

13′ – Imbucata di Taison per Bernard, stavolta Florenzi si posiziona bene e respinge

10′ – Che rischio per la Roma! Punizione di Taison e colpo di testa all’indietro di Florenzi che sfiora il palo opposto, rischio autogol e brividi per l’Olimpico!

8′ – Uno due tra Ismaily e Bernard, spezza la trama Manolas

6′ – La Roma prova a scavalcare la linea difensiva ucraina, per ora abile ad attivare la trappola del fuorigioco

4′ – Brutto fallo di Strootman su Marlos: il direttore di gara gli risparmia l’ammonizione

3′ – Roma che prova sin da subito a riversarsi nella metà campo avversaria

1′ – Subito una conclusione di Dzeko: piatto troppo debole però per impensierire Pyatov

1′ – Si parte: via a Roma-Shakhtar Donetsk!

Roma chiamata a ribaltare il 2-1 dell’andata se vorrà accedere ai quarti di finale di Champions League: nel primo atto della sfida, fu lo Shakhtar Donetsk a trovare la forza per invertire la tendenza e segnare due gol, dopo aver subito quello di Under. Soltanto gli oramai abituali prodigi di Alisson evitarono alla Roma di accumulare un passivo più ingombrante. Ai giallorossi oggi basta una vittoria per 1-0 oppure con uno scarto maggiore alla singola rete. Tra pochi minuti via alla cronaca live con gli aggiornamenti in tempo reale su Roma-Shakhtar Donetsk. Scelte ufficiali e solo conferme da ambedue le parti: giallorossi in campo con il 4-3-3, Florenzi e Kolarov a presidio delle corsie difensive, avanti a loro agiranno – nel tridente offensivo con Dzeko – gli oramai soliti Under e Perotti. Invariata anche la formazione ucraina, tutta votata all’attacco con i tre brasiliani – Marlos, Taison e Bernard – chiamati a rifornire di suggerimenti il centravanti Ferreyra.

Roma-Shakhtar Donetsk: formazioni ufficiali

Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Under, Dzeko, Perotti. Allenatore: Eusebio Di Francesco

Shakhtar Donetsk (4-2-3-1): Pyatov; Butko, Ordets, Rakitsky, Ismaily; Fred, Stepanenko; Marlos, Taison, Bernard; Ferreyra. Allenatore: Paulo Fonseca

Roma-Shakhtar Donetsk: probabili formazioni e pre-partita

Di Francesco sceglie la formazione tipo per centrare la qualificazione al prossimo turno di Champions League: Roma che dunque si schiererà in campo con il 4-3-3, Nainggolan riportato oramai stabilmente sulla linea mediana, in avanti – ai lati di Dzeko – agiranno Under e Perotti, che bene avevano fatto nel primo tempo della sfida d’andata. Anche lo Shakhtar risponde con tutti i suoi effettivi: punto forte è rappresentato dal pacchetto offensivo, con i tre brasiliani Marlos, Taison e Bernard a sostegno del riferimento centrale Ferreyra.

Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Under, Dzeko, Perotti. Allenatore: Eusebio Di Francesco

Shakhtar Donetsk (4-2-3-1): Pyatov; Butko, Ordets, Rakitsky, Ismaily; Fred, Stepanenko; Marlos, Taison, Bernard; Ferreyra. Allenatore: Paulo Fonseca

Queste le considerazioni espresse dall’allenatore della Roma Eusebio Di Francesco nella conferenza stampa di presentazione della sfida internazionale: «Dzeko sarà sicuramente importante per noi, può far male agli avversari e sa aiutare i compagni. Ma mi interessa l’atteggiamento di tutta la squadra, guardo alla prova del gruppo. Abbiamo un obiettivo che possiamo trovare insieme. Questa è una gara che non possiamo sbagliare. Sicuramente dobbiamo evitare di giocare bene solamente un tempo. Non abbiamo avuto continuità, come ho detto diverse volte. Mi auguro che questo ci faccia capire che serve maggiore continuità. Abbiamo davanti una squadra forte. Non dobbiamo fermarci al primo problema, ma continuare a fare il nostro calcio con determinazione. La mia squadra ha un unico pensiero, cioè fare propria la partita. Anche se sappiamo che non potremo dominare per tutto il match».

Si è così palesato invece Paulo Fonseca, tecnico dello Shakhtar Donetsk: Sbagliate se pensate che lo Shakhtar sia venuto qui per giocare in difesa, siamo qui per imporre il nostro gioco. Siamo in ottima forma, sia mentalmente che tecnicamente. Siamo pronti e motivati, sfideremo una Roma che ha vinto 5 delle ultime 6 partite. Difficile scegliere tra i due, i giallorossi, poi, hanno una rosa importante. Napoli e Roma non sono paragonabili, dico semplicemente che ci attende una gara non semplice contro una squadra capace, in casa, di conservare la porta inviolata in occasione delle sfide con Chelsea ed Atletico Madrid».

Roma-Shakhtar Donetsk: i precedenti del match

Shakhtar Donetsk avanti nei precedenti in Champions League contro la Roma: oltre alla gara d’andata che gli uomini di Fonseca si sono aggiudicati con il risultato di 2-1, ecco una vittoria per parte nella fase a gironi dell’edizione 2006-07, andò peggio ai giallorossi in occasione degli ottavi di finale della edizione 2010-11, con la doppia vittoria ucraina e la contestuale qualificazione ai quarti della competizione. Computo complessivo: cinque sfide, quattro vinte dallo Shakhtar Donetsk ed appena una dalla Roma.

Roma-Shakhtar Donetsk: l’arbitro del match

Dirige Undiano Mallenco, arbitro spagnolo classe 1973 ed internazionale FIFA dal 2004. Nessun precedente stagionale con la Roma di Eusebio Di Francesco, uno invece con lo Shakhtar Donetsk di Fonseca: fase a gironi, nel raggruppamento che includeva anche il Napoli, in occasione della vittoria ucraina sul campo del Feyenoord con il risultato di 1-2. Nel complesso della Champions League ha diretto tre gare ed estratto sedici cartellini gialli, ad una media dunque superiore alle cinque ammonizioni a partita.

Roma-Shakhtar Donetsk Streaming: dove vederla in tv

Roma-Shakhtar Donetsk sarà trasmessa a partire dalle ore 20.45 in diretta sulle frequenze in digitale terrestre di Mediaset Premium Sport (anche in HD) e in chiaro su Canale 5. Non è tutto, perché la partita sarà visibile anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile tramite app Premium Play.