Roma, Garcia non convince la squadra | Ts

© foto www.imagephotoagency.it

Spogliatoio perplesso sulle capacità tattiche del tecnico

Solo la società e i giocatori si sono scusati con i tifosi per la figuraccia rimediata al Camp Nou nella sfida di Champions League contro il Barcellona. Non Rudi Garcia, che a domanda diretta ha preferito parlare di altro. L’allenatore della Roma non era certamente tenuto in conferenza stampa a cospargersi il capo di cenere, ma, stando a quanto riportato da Tuttosport, in un momento nel quale la Curva Sud è in aperta polemica con la società, sta perdendo colpi il suo appeal.

LE PERPLESSITA’ – Reduce da una sconfitta umiliante, Garcia finge che nulla sia accaduto e va avanti per la sua strada, lanciando diversi slogan: «Siamo in corsa su tutto», «siamo combattenti e guerrieri», «abbiamo il destino nei nostri piedi», «si riparte dai tre punti». Le sue parole, però, non convincono più: leggendo i commenti alla conferenza stampa di ieri sul profilo Twitter della Roma non si riscontrano parole a favore del tecnico francese. Le perplessità non sono, però, solo dei tifosi, ma anche della dirigenza e dello spogliatoio. Gran parte del gruppo considera Garcia un buon motivatore, ma non eccelso sotto l’aspetto tattico. A questi livelli, però, non si può improvvisare. I calciatori faticano a digerire i suoi dettami tattici, non a caso Keita prima di salire sul pullman si sarebbe intrattenuto a lungo con Beccaccioli, il video-analyst giallorosso.