Sampdoria, Campana: «Spero di potermi allenare con Montella»

© foto www.imagephotoagency.it

Continua: «Futuro? Penso solo all’Alcorcon»

Protagonista in questo avvio di stagione dell’Alcorcon il giovane centrocampista Josè Campana. Ex Sampdoria, lo spagnolo è stato intervistato dai colleghi di Sampnews24.com: «Anno positivo? Sì beh questo è un anno molto importante per me, mi sento di nuovo un calciatore. La squadra ha avuto e ha fiducia in me. L’hanno scorso per me è stata dura, non sono sceso in campo quanto avrei voluto. Ora però sono contentissimo di giocare. Futuro? Il mio primo pensiero è terminare qui la stagione, ragiono partita dopo partita e penso a questa stagione. L’anno prossimo si vedrà. Come ho detto penso solo all’Alcorcon, giocare qui e finire una bella stagione, tornare ad avere la fiducia che ho perso l’anno scorso».

SU MONTELLA«Scelta mia? Il club mi disse che non contavano su di me, allora io chiesi che mi dessero l’opportunità di giocare dove volevano loro, se non contavano su di me. Si è presentata questa opportunità e l’ho colta, volevo stare vicino a casa. E qui sto mettendo insieme minuti di gioco, come ho detto ho ricominciato a sentirmi un calciatore. Zenga? Anche se per poco ho avuto modo di conoscerlo. Mi è sembrato un buon allenatore, che parlava in maniera chiara. Anche se l’inizio di stagione è stato duro con l’eliminazione dall’Europa League e la squadra adesso si trova a metà classifica, sono fiducioso: c’è un buon gruppo.  Mai immaginato l’esonero? Lo hanno esonerato?. Sì, ora c’è Montella. Non avevo idea lo avessero sostituito. A dire il vero la cosa mi sorprende. Però quando la squadra non ingrana, non ottiene i risultati che aveva prefissato, nel calcio la cosa più semplice è mandare via l’allenatore. Sono decisioni che prendono tutte le squadre, non solamente la Sampdoria. Gli auguro tutto il bene del mondo, ovunque vada e auguro a Montella di non avere la stessa sorte e di potermi allenare con lui».

CONCLUDE CAMPANA«Fiorentina calcio spagnolo? Si per me sarebbe bellissimo, ma come ho detto prima non penso alla stagione che verrà, penso alla prossima partita con la mia nuova squadra, a fare bene e poi quel che sarà sarà. In contatto con qualcuno? No è da un po’ che non sento nessuno, ma seguo sempre la squadra sui Social Network, il sito ufficiale, le partite. Sapevo che non stava passando un buon momento però sono cose che succedono a tutte le squadre. La Samp ha un gruppo fantastico e sicuramente ne uscirà bene. Chi mi ha più impressionato? Mi ha sorpreso molto Correa. So che Tucu era arrivato in inverno e sapevo che lo reputavano un buon giocatore ma non lo conoscevo. La verità era che ho avuto modo di conoscerlo e mi è sembrato una bella persona oltre a un ottimo giocatore. Obiettivi personali? Come ho detto, penso solo all’Alcorcon, a mettere insieme minuti di gioco e migliorare partita dopo partita per me e per la squadra, aiutare i compagni. Voglio approfittare di questa opportunità qui con il club».